Analisi Telemetria F1F1 AnalisiFormula 1News Formula 1

F1 | Analisi Passo Sprint Austria: il caldo fa soffrire tutti, ma non Verstappen – FOTO

Nella Sprint del GP d’Austria, il caldo ha influito tanto sul passo gara, che andiamo a scoprire tramite l’analisi dei dati e delle foto.

Il weekend del GP d’Austria entra nel vivo con la prima gara andata in archivio. Vincitore dopo i circa 20 giri in programma è Verstappen che ha dovuto resistere agli attacchi di un’arrembante McLaren MCL38 condotta da Norris e Piastri. La prestazione dell’olandese dimostra le sue qualità di guida superiori, nonostante una vettura leggermente inferiore alla MCL38. Tutto confermato dall’analisi del passo gara della Sprint in Austria.

Analisi Passo Sprint Austria

Nella Sprint di oggi, tutti i piloti hanno scelto la mescola media per completare i 23 giri in programma. Le condizioni della pista, con una temperatura dell’asfalto attestata sui 48 C°, hanno influito sulle prestazioni dei piloti. Dalle immagini che abbiamo raccolto al termine della Sprint sembra emerso un leggero overheating dell’anteriore. Infatti, ad una prima analisi visiva sembra che il posteriore abbia lavorato bene con una superficie omogenea nella colorazione del battistrada.


Leggi anche: F1 | Qualifiche Sprint Austria – Le immagini dalla pista parlano chiaro, evidente il problema della Ferrari SF-24 – FOTO


Osservando il grafico del passo gara, Verstappen e Piastri si sono dimostrati subito i più veloci, con l’australiano più rapido nelle prime due tornate. Dalla tornata successiva, è iniziata la bagarre tra i due McLaren che li ha rallentati lasciando a Verstappen la possibilità di fare il suo ritmo e scappare. Dal 15esimo giro, l’olandese ha imposto un rimo impressionante, in una finestra di ritmo compresa tra l’1:9.5 e 1:10 basso. Anche nel paco chiuso, le coperture della RB20 avevano una superficie pulita e omogenea nella colorazione. Stessa risposta osservata sulle mescole medie della McLaren, segno che la combinazione meccanica-aerodinamica è ottima e supporta la grande prestazione dei due piloti. Ferrari e Mercedes abbastanza indietro rispetto a Red Bull e McLaren, con tempi che sono andati in altalena per gran parte della gara, con la SF-24 indietro alla W15.

Osservando le mescole nel parco chiuso, le mescole viste su Mercedes e Ferrari sembrano estremamente pulite, nonostante siano coperte da Murble. Tra le due, forse, è la Ferrari ad avere una superficie dello penumatico migliore, specialmente nella parte esterna. Per la gara di domani diventa dunque obbligata una gara a due soste, dovesse essere asciutta, anche se le previsioni meteo dicono tutt’altro.

Analisi Passo Sprint Austria

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.