Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Aston Martin: il bilancio del venerdì a Silverstone e il programma degli aggiornamenti

La squadra di Stroll ha intrapreso un percorso di revisione della AMR24. Dopo il venerdì di Silverstone, Aston Martin ha tracciato un bilancio delle prestazioni e ha annunciato importanti aggiornamenti alla AMR24.

La squadra di Silverstone sta lavorando sodo per potersi assicurare un posto tra i top team nel prossimo futuro. Gli investimenti di Lawrence Stroll sono ingenti e hanno portato alla realizzazione della nuova facility che si trova a pochissimi metri dai cancelli del tracciato inglese. Struttura che ha dato la vita all’ultima monoposto di Alonso e Stroll, ma che sta faticando a centro griglia. Dopo il venerdì di Silverstone, i tecnici Aston Martin hanno tracciato il bilancio delle due prove libere e hanno annunciato un importante pacchetto di aggiornamenti per l’Ungheria. 

Aston Martin bilancio Silverstone aggiornamenti
Cambio importante per l’aerodinamica della AMR24

La nuova casa dell’Aston Martin è un fiore all’occhiello di tecnologia e sarà la base operativa per la nuova “verdona” motorizzata Honda dal 2026. Al momento, il lavoro è concentrato sullo sviluppo del nuovo simulatore (il secondo) e anche ad un terzo. In parallelo, procede la costruzione della nuova galleria del vento, la quale sarà operativa dal 2025 e sarà fondamentale per lo sviluppo delle nuove monoposto 2026. Sempre in tema 2026, nella nuova Facility Aston Martin, si sta realizzando il nuovo macchinario che servirà per l’assemblaggio del nuovo cambio, il quale dovrà combaciare perfettamente con la PU Honda.


Leggi anche: Pillole di F1 | Ferrari a due facce a Silverstone, FIA hackerata e il film di Brad Pitt: il recap delle notizie di oggi 5 luglio


Tom McCullough, responsabile delle prestazioni, ha spiegato ad AS lo sviluppo della facility e ha tracciato anche un bilancio del venerdì della AMR24. “Ci sono caratteristiche nel bilanciamento della vettura che la rendono più difficile da impostare e guidare. È tutto relativo, questa vettura è molto migliore in termini di velocità rispetto a quella dell’anno scorso, ha più deportanza e altre caratteristiche. Ma poi ci sono alti e bassi nei risultati”.

Poco dopo, l’ingegnere ha spiegato il programma di sviluppo della AMR24, che prevede un’evoluzione importante già in Ungheria. “Ci sarà un cambiamento ragionevole in alcune filosofie della vettura. Ma è sempre relativo. La macchina non passerà da dove si trova ora alla parte anteriore della griglia. Si tratta di capire se stiamo andando nella direzione giusta e di quanto. Le parti principali sono previste per l’Ungheria, ma ci saranno anche parti specifiche (a bassa deportanza) per Spa”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.