A TCFormula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Dalla lotta con Norris al gap di fine gara, Leclerc spiega il calo nel finale di Imola

Charles Leclerc ha spiegato come è passato dalla lotta con Lando Norris per la seconda posizione al gap di otto secondi registrato nel finale del GP di Imola.

I presupposti alla vigilia del primo appuntamento europeo della stagione erano altri. Gli aggiornamenti non hanno portato quel guadagno che i Tifosi speravano portassero e la Rossa di Maranello si è dovuta accontentare di un terzo e un quinto posto nella gara di casa. Charles Leclerc è stato però per lunghi tratti della gara in lotta con Lando Norris per la seconda posizione anche se poi, nel finale del GP di Imola, il gap fatto registrare era pari a otto secondi circa.

imola gap leclerc norris
Charles Leclerc ha spiegato come è passato dalla lotta con Lando Norris per la seconda posizione al gap di otto secondi registrato nel finale del GP di Imola – Foto: Gianluigi Paolucci per F1inGenerale

Il monegasco, nel tentativo di mettere pressione al pilota della McLaren, ha commesso un piccolo errore che lo ha costretto ad abbandonare l’idea di conquistare un secondo posto che avrebbe significato molto anche in ottica Mondiale. Leclerc attualmente è infatti in seconda posizione in classifica, con sei punti di vantaggio su Sergio Perez.

Charles Leclerc ha spiegato il calo del finale

Rispondendo a una domanda di F1inGenerale, Charles Leclerc ha commentato il calo avuto nel finale di gara. “Se devo essere onesto il mio passo è rimasto pressoché lo stesso“, ha dichiarato il pilota della Ferrari in conferenza. “Direi piuttosto che Lando è stato in grado di fare uno step in avanti e per me è stato impossibile tornare in zona DRS. Mi sono ritrovato ad avere un gap che non mi permetteva di avere i vantaggi che ti dà il DRS e mi faceva perdere nelle curve“.

All’inizio dello stint con le hard il nostro passo ci permetteva di rimanere sotto il secondo ma poi questo non è stato più possibile e Lando ha iniziato a spingere un po’ di più“, ha aggiunto il monegasco. “Credo che queste due cose messe insieme abbiano portato al gap di fine gara. Sapevo di dover provare qualcosa di diverso perché il vantaggio in termini di passo non ci permetteva di stare davanti. Ho cercato di mettergli pressione ma non è stato sufficiente“, ha concluso Leclerc.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Immagine usata come copertina dell’articolo: Gianluigi Paolucci per F1inGenerale

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.