Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Ferrari, cosa preoccupa del “test segreto” svolto da Red Bull con Max Verstappen

Frédéric Vasseur, team principal Ferrari, si è espresso sul test svolto da Red Bull con Max Verstappen prima del GP di Spagna di F1.

F1 – Ferrari, il test svolto da Red Bull con Max Verstappen preoccupa Frédéric Vasseur. L’olandese, in preparazione del GP di Spagna, ha girato ad Imola con la RB18. Una sessione di cui sia FIA che team erano a conoscenza, rientrante nel programma “TPC – Testing of Previous Cars“. Un’iniziativa volta allo sviluppo dei giovani piloti ma che Milton Keynes, in questo caso, ha sfruttato per preparare Barcellona.

F1 | Ferrari, cosa preoccupa del "test segreto" svolto da Red Bull con Max Verstappen
Max Verstappen vince il Gran Premio di Spagna – F1inGenerale

Durante il weekend della Spagna, qualche malumore si è sollevato attorno alla sessione di prove in pista svolta da Red Bull, ad Imola. Benché si trattasse di un test perfettamente in linea con i regolamenti FIA, è chiaro che è stato sfruttato da Milton Keynes per preparare al meglio una gara importante come quella di Barcellona. La presenza di Max Verstappen, di fatto, suggerisce un lavoro di effettivo “sviluppo”.

Il programma di test con vetture vecchie di almeno due stagioni è stato introdotto con l’obiettivo di dare spazio e tempo al volante ai giovani piloti. Come suggerito da The Race, tuttavia, in questo caso pare Red Bull abbia voluto comparare il comportamento della RB20 con quello della RB18. Un lavoro volto al comprendere meglio il passaggio sui cordoli della vettura corrente, con diversi setup.

Le parole di Frédéric Vasseur

Se Frédéric Vasseur non condanna apertamente la scelta di Red Bull, è chiaro che il team principal Ferrari voglia quantomeno aprire alla discussione: “Durante la stagione, faremo poco meno di dieci test di questo tipo. Si può differenziare, si possono svolgere test con vetture vecchie anche con i piloti ufficiali. Questo, secondo me, riguarda più lo sviluppo della monoposto, se lo si fa ad una settimana dal GP“.


Leggi anche: F1 | Vasseur cambia rotta: “Ferrari non più isolazionista, Hamilton porterà esperienza”


Non mi sto lamentando di loro, sono pienamente nei limiti del regolamento – spiega Frédéric VasseurMa si tratta di sviluppo più che ogni altra cosa. È chiaro, e ciò che puoi fare con un giovane pilota richiede un approccio diverso. Se dovessimo regolamentare la cosa, dovremmo dividere i due aspetti: le giornate dedicate ai piloti ufficiali e quelle dedicate ai giovani“.

Ferrari ha già dichiarato che svolgerà la maggior parte di questi test con Oliver Bearman, ormai vicino ad un accordo con Haas per il 2025. Programma simile a quello svolto da Mercedes con Andrea Kimi Antonelli e da Alpine con Jack Doohan. Non è chiaro se altre voci dal paddock si alzeranno in supporto della tesi di Frédéric Vasseur, con l’obiettivo che resta quello di non limitare ulteriormente i test in pista.

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Foto Copertina: F1inGenerale

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.