A TCEditorialiFormula 1News Formula 1

F1 | Ferrari, il confronto con la Haas è da incubo a Silverstone

Dalle qualifiche del GP di Silverstone emerge un dato preoccupante per la Ferrari di Vasseur.

L’attesa nei confronti del pacchetto di aggiornamenti che la Rossa ha introdotto nelle ultime settimane era tanta. Dopo la vittoria di Charles Leclerc a Monaco, i Tifosi speravano di poter raggiungere la Red Bull con la SF.24 EVO. La pista ha poi raccontato un’altra storia e dalle qualifiche del Gran Premio di Silverstone è emerso un dato da incubo per la Ferrari.

ferrari silverstone
Dalle qualifiche del GP di Silverstone emerge un dato preoccupante per la Ferrari di Vasseur – Foto: Scuderia Ferrari via X

Il team guidato da Vasseur si è presentato alla prima sessione di libere con due vetture diverse in modo da valutare la differenza tra nuovo e vecchio pacchetto. Il risultato non è stato di certo positivo visto che Charles Leclerc non è riuscito ad entrare in Q3 mentre Carlos Sainz ha chiuso in settima posizione, alle spalle di Nico Hulkenberg.

Due rosse dietro a una Haas sono lo specchio di quella che è la situazione attuale nei box del Cavallino. La Ferrari sta facendo i conti con una SF-24 che non ha dato le risposte desiderate, andando a ridimensionare quelle che erano le aspettative dei Tifosi.

Certo, c’è ancora la gara da disputare. Il meteo incerto di Silverstone potrebbe stravolgere quanto visto al sabato e trasformare in elogi le critiche del post qualifiche. La sensazione però è che la Ferrari sia entrata in un loop negativo a cui va trovato un perché. Mercedes e McLaren hanno dimostrato che è possibile raggiungere la Red Bull. Ora sta a Vasseur e al suo team farlo per tornare presto a quello che era il livello di inizio stagione.

Seguici anche su tutti i nostri profili social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Fonte dell’immagine utilizzata come copertina dell’articolo: Ferrari via X

1 commento

Paolo 07/07/2024 at 20:10

Fosse vivo il Drake avrebbe già fatto piazza pulita e avrebbe investito in tecnici di livello assoluto e piloti che sappiano indirizzare il lavoro dei tecnici.
Leclerc non sarà una bufala? A giudicare dai risultati sia in qualifica che in gara da sacrificare non è certo Sainz.

Risposta

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.