A TCFormula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Ferrari, l’amara ammissione di Sainz: “Persa la direzione di sviluppo e, in Ungheria…”

Carlos Sainz amaro dopo il GP di Silverstone di F1, Ferrari ha perso la direzione di sviluppo, ma in Ungheria potrebbe andare diversamente.

F1 – Carlos Sainz schietto su Ferrari e aspettative verso l’Ungheria. Dopo una Silverstone amarissima per Maranello, è tempo di guardare in faccia la realtà. Il pacchetto aerodinamico di Barcellona non funziona, o non si adatta alla meccanica della SF-24. Le misure correttive sono già in fase di sviluppo e potrebbero arrivare più in là nella stagione, ma intanto i rivali scappano via.

F1 | Ferrari, l'amara ammissione di Sainz: "Persa la direzione di sviluppo e in Ungheria..."
Carlos Sainz chiude al quinto posto il GP di Silverstone – Scuderia Ferrari

La Ferrari di Frédéric Vasseur si trova ad affrontare la prima vera crisi dall’insediamento del nuovo team principal. Un duro colpo che arriva inaspettato, dopo la straordinaria vittoria di Monaco che sembrava aprire uno spiraglio sul sogno iridato di Charles Leclerc e del Cavallino Rampante. Mentre gli altri team si allontanano, per Maranello è tempo di riflessioni.

È evidente a tutti che non siamo abbastanza veloci. In fin dei conti abbiamo corso in Inghilterra con la specifica di Imola, ma da Imola gli altri team hanno fatto grandi progressi“, così Carlos Sainz spiega la prestazione deludente della SF-24 a Silverstone. Ferrari è stata costretta a tornare alla specifica precedente al GP di Barcellona per via del disastroso bouncing di cui soffriva la monoposto.

Un fenomeno di cui non si sentiva parlare da diverso tempo e che, pur ricomparendo sporadicamente in specifiche curve o con settaggi particolarmente aggressivi, pareva essere stato compreso appieno dalle scuderie.


Leggi anche: F1 | Horner risponde a Marko sugli aggiornamenti Red Bull: “Come fa a sapere certe cose?”


Mentre le vetture rivali sono diventate più veloci, noi siamo dovuti tornare indietro su una vecchia specifica. È chiaro che abbiamo due o tre mesi di svantaggio. Non c’è modo di addolcire la pillola: abbiamo preso la direzione sbagliata di sviluppo“, sentenzia amaramente il madrileno.

In Ungheria, però, Ferrari ritroverà un tracciato simile a Montecarlo. Se la SF-24 ha brillato fra le strettoie del Principato, è lecito aspettarsi una rinascita, seppure forse effimera: “Probabilmente proveremo ad usare gli aggiornamenti più recenti, all’Hungaroring – spiega Carlos SainzCi sono soltanto poche curve veloci in Ungheria“.

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Foto Copertina: Scuderia Ferrari

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.