Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | GP Monaco – Red Bull: Marko preoccupato da alcuni elementi sulla RB20

Red Bull arriva a Monaco come prima in classifica, ma i valori in campo a Imola hanno ridimensionato la sua forza. Dopo le FP1 di Monaco, anche Marko si è detto preoccupato di una cosa in particolare sulla Red Bull RB20.

Ferrari e McLaren sembrano più veloci della Red Bull sulle strade del principato di Monaco. Dopo la tappa di Imola, i valori in campo del campionato 2024 sembrano essere ancora più ristretti, con la MCL38 e la SF-24 che seguono a distanza ridotta la RB20. Un distacco estremamente ridotto che ha fatto preoccupare anche Helmut Marko, che ha identificato alcuni problemi sulla Red Bull RB20 che ha disputato le FP1 di Monaco.

Marko Monaco Red Bull
Helmut Marko si dice abbastanza preoccupato del tempo di Leclerc

Anche nella conferenza stampa di ieri, Max Verstappen aveva ammesso che la lotta in questo fine settimana sarebbe stata molto accesa con Ferrari e McLaren. Le due avversarie di Red Bull hanno dimostrato una grande forza in trazione, con la rossa che potrebbe essere ancora un pelo più avvantaggiata. Infatti, per il campione del mondo olandese la Ferrari potrebbe avere un migliore inserimento e una maggiore velocità nelle curve lente.


Leggi anche: Piastri “diventa” Leclerc nelle FP1 ma c’è un motivo dietro la grafica della F1


Dopo le FP1 di Monaco, Marko ha fatto un bilancio del lavoro svolto dalla Red Bull, che non è riuscita a mettere entrambe le monoposto in top 10. Il consulente della Red Bull ha rivelato alcune delle preoccupazioni in vista delle prossime sessioni.Abbiamo corso con le gomme e condizioni simili di carburante di Leclerc, ma lui ci dava tanto spazio nel primo settore”, ha confessato abbastanza stressato Marko dopo la sessione. Un ritardo nel primo settore che potrebbe essere dovuto anche ad una mappatura estremamente conservativa della PU RBPT.

La monoposto è piuttosto instabile al momento, ma sembra peggio di quanto sia in realtà. La macchina salta troppo e manca ancora un po’ di aderenza all’anteriore in alcune curve”, ha riferito. “Potrebbero essere fattori collegati”, ha proseguito, ma ha sottolineato una preoccupazione sui tempi. “Per noi, solo il tempo di Leclerc è allarmante, gli altri hanno corso tutti con la gomma morbida”. 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.