Formula 1News Formula 1

F1 | GP Monaco – Sintesi FP1: Hamilton davanti a tutti, ancora sfortuna per Leclerc

Le monoposto di Formula 1 sono scese in pista per la prima sessione di prove libere nel principato. Scopriamo attraverso la nostra sintesi, quanto è successo nelle FP1 del GP di Monaco.

L’appuntamento più glamour del campionato è iniziato ufficialmente con l’avvio della prima sessione di prove libere. Dopo Imola, la sfida si sposta tra le strade del principato, con valori in campo che sembrano molto equilibrati tra Ferrari, Red Bull e McLaren. Una sfida che si è già accesa nelle FP1 di Monaco, scopriamo quanto è successo nella nostra sintesi.

L’attività in pista è iniziata appena la segnalazione della bandiera verde al termine della pit lane. Tutti i piloti sono scesi subito tra le strade del principato per acquisire quanta più confidenza possibile tra i muretti del tracciato. Quasi tutti i piloti sono scesi in pista con la gomma bianca per iniziare un’attività di comprensione della pista in long run piuttosto estesi. Nei primi minuti di attività è un continuo cambio di posizioni in testa alla classifica, anche grazie alla notevole evoluzione della pista. Infatti, nella giornata di ieri è scesa moltissima pioggia che non ha permesso una gommatura adeguata della pista durante le sessioni delle categorie minori.

Dopo i primi 10 minuti di attività troviamo Leclerc, seguito a circa 3 decimi dal compagno di squadra a precedere le due McLaren e Verstappen. Poco dopo, Verstappen alza l’asticella, ma i due Ferrari hanno subito risposto con Leclerc e Sainz rispettivamente a 36 e 39 millesimi dall’olandese.


Leggi anche: F1 | GP di Monaco noioso? Hamilton suggerisce di fare esperimenti nel format


Le squadre hanno interpretato in modo diverso la prima parte di sessione, con alcuni che hanno scelto un approccio aggressivo e altri un po’ più conservativo. Giro dopo giro i piloti alzano l’asticella prestazionale e davanti a tutti si è messo Leclerc con un crono di 1:13.343 dopo i primi 25 minuti di attività. Dagli onboard della Ferrari di Leclerc vediamo un pilota già alla ricerca del limite, specialmente in uscita dalla chicane del porto. Dopo alcuni tentativi, Verstappen è riuscito a migliorare il suo crono, rimanendo comunque a poco più di tre decimi dalla Ferrari di Leclerc. Poco dopo però viene scalzato da Lewis Hamilton a parità di gomma gialla, che si è messo a poco più di un decimo da Leclerc.

Nella seconda metà di sessione, inizia l’apprendimento della pista con la gomma rossa. Il primo a impostare un grande riferimento è Russell con 1:12.285, seguito da Piastri a poco più di tre decimi. Scelta diversa per la Ferrari che hanno iniziato il programma di push lap con la gialla. Con 20 minuti al termine la classifica ha visto Piastri salire in testa, nonostante alcuni problemi di sottosterzo nelle curve più lente. Al primo tentativo con la gomma gialla, Leclerc è salito in terza posizione a meno di 2 decimi dal riferimento della McLaren.

Negli ultimi 15 minuti continuano a scendere i riferimenti cronometrici. Hamilton, al terzo tentativo fissa l’asticella a 1:12.169 con la mescola gialla, che nella sessione si è comportata in modo egregio. Tuttavia, l’attività in pista è stata interrotta poco dopo per una bandiera rossa causata da una Sauber alla Saint Devote cha ha toccato le barriere esterne.

Dopo la bandiera rossa, diversi piloti hanno ripreso l’attività in pista per una piccola simulazione di passo gara. Rientrato in pista anche Leclerc dopo che la squadra ha esaminato il danno al fondo per aver preso in pieno l’endplate della Sauber.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.