A TCFormula 1News Formula 1

F1 – Griglia Partenza e penalità: ufficiale la decisione su Verstappen e Hamilton – GP AUSTRIA

La bandiera a scacchi sulle qualifiche di Spielberg determina lo schieramento domenicale: la griglia di partenza completa del GP d’Austria 2024 di F1.

Dopo la gara sprint della mattinata i team sono tornati in pista con vetture ritoccate per la lotta alla pole position. Al termine delle qualifiche si delinea lo schieramento per il via del gran premio: ecco la griglia di partenza del GP d’Austria 2024 di F1.

f1 griglia partenza austria ferrari spielberg sainz leclerc pole position quali qualifiche risultati classifica
Foto: F1inGenerale.com – Copertina: Red Bull Content Pool

**AGGIORNAMENTO ZHOU – Il pilota cinese, classificatosi con il ventesimo tempo nelle qualifiche di Spielberg, ha cambiato il setup della vettura sotto regime di parco chiuso. Scatterà dalla pit-lane.

AGGIORNAMENTO – Nessuna ulteriore azione dei commissari nei confronti di Max Verstappen e Nico Hulkenberg. 5 mila euro di multa per la Mercedes in merito all’unsafe release di Hamilton in Q2.

Non varia la griglia di partenza del GP d’Austria di F1.

 

*Max Verstappen è stato indagato per aver rallentato eccessivamente in uscita dalla pit-lane: con ogni probabiltà non riceverà alcuna penalità.

Ha rischiato, ma senza troppe conseguenze, Lewis Hamilton, sotto investigazione per unsafe release in Q2.

Griglia di Partenza – GP Austria 2024 – F1

  • 1 – Max Verstappen* – Red Bull Racing
  • 2 – Lando Norris – McLaren
  • 3 – George Russell – Mercedes
  • 4 – Carlos Sainz – Ferrari
  • 5 – Lewis Hamilton* – Mercedes
  • 6 – Charles Leclerc – Ferrari
  • 7 -Oscar Piastri – McLaren
  • 8 – Sergio Perez – Red Bull Racing
  • 9 – Nico Hulkenberg* – Haas
  • 10 – Esteban Ocon – Alpine
  • 11 – Daniel Ricciardo – Racing Bulls
  • 12 – Kevin Magnussen – Haas
  • 13 – Pierre Gasly – Alpine
  • 14 – Yuki Tsunoda – Racing Bulls
  • 15 – Fernando Alonso – Aston Martin
  • 16 – Alexander Albon – Williams
  • 17 – Lance Stroll – Aston Martin
  • 18 – Valtteri Bottas – Sauber
  • 19 -Logan Sargeant – Williams
  • 20 -Guanyu Zhou – Sauber – PIT-LANE**

 

Al termine della Sprint Race, vinta da Max Verstappen su Red Bull dopo un’accesa bagarre con la McLaren di Norris, le squadre sono tornate al lavoro per le qualifiche. Ingegneri e meccanici, con l’opportunità di apportare nuove modifiche alle monoposto, hanno lavorato a fondo per ritoccare i setup definiti dopo le FP1 del venerdì.

Con Red Bull e McLaren che appaiono in condizione e capaci di giocarsi il “ruotino” del primo classificato, a cercare disperatamente una soluzione ad un bilanciamento non ottimale sono state le Ferrari. Sia Leclerc che Sainz hanno lamentato – al termine della Sprint – una scarsa soddisfazione nei confronti della SF-24 in formato sprint. Il monegasco ha annunciato l’all-in in vista delle qualifiche. La rossa vista fino al sabato mattina non ha permesso a Charles di spingere secondo le sue intenzioni e l’ambizione del #16 ha condotto la squadra ha provare alcuni cambiamenti dell’ultima ora. Allo stesso modo Carlos Sainz ha lavorato con la propria squadra sull’equilibrio della monoposto. Come dichiarato dallo stesso spagnolo dopo la sprint, nel garage del Cavallino l’attenzione si è concentrata sul funzionamento degli pneumatici soft e sulla correzione della gestione dei freni. 


Leggi anche: F1 | Classifica piloti e costruttori aggiornata dopo la Sprint Race del GP di Austria


Ad arrivare da favorito in Q1 è stato senza dubbio Max Verstappen. L’olandese, autore della pole shootout e del triondo nella sprint, è l’uomo da battere a Spielberg, casa della Red Bull. Le McLaren non sono tuttavia lontane. Norris è arrivato in qualifica con la volontà ferrea di riscattare l’errore nella Sprint, mentre Piastri ha approcciato alla lotta per la pole con determinazione, dopo la P2 della mattinata. Dietro i tre favoriti, la Ferrari ha lavorato con l’obiettivo di rientrare nella lotta per la Top 3, o quantomeno con l’obiettivo minimo di scalzare le Mercedes di Hamilton e Russell.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.