Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Il commissario FIA: “Verstappen non andava penalizzato, vi spiego perché”

F1 – Alexander Wurz, ex commissario FIA e Presidente della GPDA, si schiera con Max Verstappen: “In Austria non andava penalizzato”.

Alexander Wurz, ex pilota di F1 e commissario FIA, si schiera con Max Verstappen: “Non andava penalizzato“. Secondo l’austriaco, il contatto che ha portato al ritiro di Lando Norris è annoverabile fra gli incidenti di gara. L’inglese aveva spazio alla sua sinistra e avrebbe potuto evitare l’impatto con la RB20. Il duello, in ogni caso, è stato molto duro ma senza irregolarità.

F1 | Il commissario FIA: "Verstappen non andava penalizzato, vi spiego perché"
Lando Norris attacca Max Verstappen durante il GP d’Austria di F1 – Autosport

Il dibattito sull’incidente al Giro 64 del Gran Premio d’Austria continua ad accogliere nuove prospettive. Max Verstappen, l’ultimo bad boy della Formula 1, viene visto dai più come il “cattivo” della situazione. Forse eccessivo, certamente aggressivo, il suo comportamento nel duello con Lando Norris è stato punito dai commissari di gara con 10 secondi di penalità e due punti sulla patente.

Penso che la penalità nei confronti di Verstappen sia stata troppo severa – ha spiegato Alexander Wurz, commissario FIA e Presidente della GPDA, a motorsport-magazin.com – Lo avrei inteso come un classico incidente di gara. Si sono puniti da soli. Ma non si tratta della punizione, quanto di quel leggero spostamento verso sinistra: c’era ancora molto spazio lì“.


Leggi anche: F1 | Verstappen, la cattiveria paga: in Austria è 10 a 0 su Norris e Leclerc


Lando [Norris] avrebbe potuto evitare l’incidente. È stato un atto superfluo ed eccessivamente aggressivo da parte di entrambi. Hanno pensato soltanto a loro stessi, al dimostrare chi fosse il vero duro fra loro due. Succede, a volte. Nessuno dei due è stato razionale, in quel momento, ed è bello vedere il loro lato umano. La prossima volta penseranno di più alla posizione d’arrivo“.

Secondo Alexander Wurz, poi, la penalità inflitta a Lando Norris per violazione dei track limits è stata a sua volta eccessiva: “Non bisognerebbe confondere i track limits che portano ad un vantaggio con l’andare fuori pista mentre si lotta duramente. Non sarebbe neanche dovuto essere registrato come track limit. Se perdi tempo, allora non devo pensare all’ottenere un vantaggio“.

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Foto Copertina: @FastestPitStop on X

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.