Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Isola sulla mescola Pirelli C6: “Le abbiamo provate al Mugello”

Nella conferenza stampa dei Team Principal del GP d’Austria, Mario Isola ha fornito ulteriori informazioni sulla mescola Pirelli C6 del 2025 provata al Mugello.

Con il campionato di Formula 1 2024 ormai giunto al giro di boa, è tempo di pensare alla prossima stagione di gare. Nel 2025 potrebbero cambiare diverse cose a livello meccanico e soprattutto strategico con l’introduzione di una mescola più soffice in alcuni tracciati del mondiale. Di questa nuova mescola C6 ne ha parlato Mario Isola, dove ha raccontato l’ultimo test Pirelli al Mugello.

Pirelli Isola C6 mescola 2025

Nel 2023, la casa italiana ha introdotto a Silverstone una costruzione di mescola più resistente per sostenere l’incremento del carico oltre le aspettative. Dopo aver realizzato un prodotto capace di sostenere queste monoposto sempre più veloci, Pirelli ha intenzione di introdurre una mescola più soffice il prossimo anno per incrementare lo spettacolo e ampliare le strategie di gara in determinate condizioni e circuiti. Quasi sicuramente i tracciati designati saranno i cittadini dove gli sforzi longitudinali sono prevalenti su quelli laterali.


Leggi anche: F1 | GP Austria – Gallery Tech del giovedì: quante differenze nei condotti dei freni – FOTO


Mario Isola non ha fornito molti dati sulla costruzione e sulle capacità prestazionali della nuova mescola, ma ha fornito informazioni sullo stato di sviluppo della stessa. “Abbiamo fatto un test a Paul Ricard perché abbiamo bisogno di provare su circuiti poco severi. Abbiamo provato anche al Mugello”. Quanto detto direttamente da Mario Isola lascia intendere che è stata la Ferrari a provare le mescole del prossimo anno, quasi sicuramente per prendere conoscenza delle mescole 2025, e perché no, come diagnostica dei problemi del 2024 con le gomme più morbide. 

“Ora abbiamo Silverstone”, ha proseguito Mario Isola. “Ovviamente non è la pista adatta per la C6 e stiamo pensando di provarla di nuovo a Monza o più avanti nel corso dell’anno. Sicuramente abbiamo l’idea di introdurre una mescola più morbida e di spostare leggermente anche la gamma delle altre mescole, come vi ho detto prima, e lo sviluppo sta andando bene. La costruzione 2025 è stata definita al 90%, quindi sappiamo che ora possiamo concentrarci maggiormente sulle mescole di sviluppo con l’obiettivo di ridurre il surriscaldamento e di spostare un po’ le mescole in modo da averle meglio distanziate”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.