Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Marko fa chiarezza sulla “protesta” di Red Bull contro le ali flessibili Mercedes

Il consulente della Red Bull Helmut Marko ha deciso di fare chiarezza sulla presunta protesta contro le ali flessibili della Mercedes.

Dopo l’introduzione della TD018, il tema delle ali flessibili sembrava ormai un lontano ricordo, con la FIA che aveva incrementato di gran lunga i controlli statici. Tuttavia, la ricerca del dettaglio in F1 è maniacale e i team cercano ogni modo per estrarre un minimo di prestazione dagli elementi aerodinamici. Tra questi ci sono le ali flessibili, con la Mercedes che è tornata al centro delle attenzioni per una presunta protesta lanciata da Red Bull e su cui ha deciso di fare chiarezza Helmut Marko.

F1 | "Tutti copiano, in Canada Ferrari favorita non solo per i cordoli", lo sfogo di Helmut Marko Marko Red Bull protesta ali flessibili Mercedes
F1inGenerale

In una conversazione con OE24, il consulente della Red Bull ha deciso di rispondere alle recenti indiscrezioni. Infatti, nell’ultimo periodo è giunta una voce dalla Germania con la Red Bull che chiedeva alla FIA di aprire un’indagine sull’ala anteriore Mercedes. “Non si può dire così”, ha risposto Marko. “La Mercedes ha introdotto una nuova ala anteriore e negli onboard televisivi si vedeva chiaramente la flessione. Tuttavia, queste ali erano abbastanza robuste quando sono state testate. Non è una situazione sorprendente, ci hanno fatto visita non so quante volte per verificare le nostre ali”.


Leggi anche: F1 | Ali flessibili: come fanno a muoversi e quali vantaggi portano? – TECH


I regolamenti definiscono in modo molto preciso la deformazione dell’ala anteriore in presenza di un determinato carico. Spingersi oltre i limiti per superare l’ispezione è un gioco molto diffuso in questo mondo”. Un gioco di flessioni che porta a vantaggi decisamente importanti in termini di efficienza aerodinamica. Infatti, con la flessione e il conseguente abbassarsi dei flap all’aumentare della velocità, l’aerodinamica e la resistenza all’avanzamento migliorano. Il livello di carico aerodinamico però viene ristabilito una volta che l’auto rallenta e i flap tornano a “rialzarsi” fino alla posizione iniziale. 

Come riportato da Helmut Marko, anche la Red Bull non è nuova a questo tipo di ispezioni sull’ala anteriore. “È così. Ogni volta che le riprese televisive mostrano un’ala deformata in modo eccessivo, se ne parla di nuovo”. Il consulente della squadra anglo austriaca crede che seguiranno diverse ispezioni alle ali nelle prossime tappe in calendario. “Seguiranno nuove ispezioni a Barcellona, poi a Spielberg e così via. Tutti i concorrenti stanno esaminando la questione in modo critico, non solo noi”.

Infine, con un riferimento non proprio velato allo slogan della Red Bull, è stato chiesto a Marko se la Red Bull volesse tarpare le ali alla Mercedes. Marko ha risposto divertito asserendo: “È un bel gioco di parole, un pezzo di satira. Ma se proprio deve succedere, la FIA è l’unica parte che può farlo”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter