Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | McLaren e Ferrari più vicine a Red Bull, il parere di Andrea Stella

Dopo il GP di Miami di F1, Andrea Stella dice la sua sull’avvicinamento di McLaren e Ferrari al dominio della Red Bull.

Andrea Stella, McLaren e Ferrari più vicine a Red Bull dopo il GP di Miami di F1? Il team principal di Woking vuole essere cauto. Le prestazioni della monoposto inglese hanno sbalordito molti addetti ai lavori, mostrando un ritmo impareggiabile dopo la Safety Car. Evenienza fortunata, quella dell’ingresso della vettura di sicurezza, ma che non lede al quadro fornito dalla MCL38.

F1 | McLaren e Ferrari più vicine a Red Bull, il parere di Andrea Stella
Lando Norris vincitore nel GP di Miami – Jacopo Moretti per F1inGenerale

Il Gran Premio di Miami riporta la McLaren in cima al podio in Formula 1. Le prima fasi della nuova stagione sembravano aver relegato Woking al ruolo di terza forza, dietro Red Bull e Ferrari. Gli aggiornamenti portati in Florida, uniti ad una buona dose di fortuna, rimettono gli inglesi al centro dell’attenzione. Troppo presto per considerare Red Bull finalmente “umana”, ma la griglia si sta ricompattando.

Se non altro, [la vittoria] ci dà entusiasmo ed energia per sviluppare la monoposto ancor più rapidamente di come stiamo facendo – confessa Andrea Stella dopo la gara – Ma a mio avviso, se si vuole lottare costantemente con la Red Bull, dobbiamo portare un altro pacchetto come quello che abbiamo provato qui. Penso che Red Bull non abbia sfruttato appieno il suo potenziale, a Miami“.


Leggi anche: Ferrari, la lotta a Red Bull in F1 passa dai box: pit stop mai così veloci


Penso che, sì, abbiamo migliorato la macchina, sappiamo dai numeri quanto l’abbiamo migliorata e dovreste vederlo nel tempo sul giro – continua l’ingegnere italiano – Ma Red Bull ha faticato un po’ in questa gara. Se questa è una rappresentazione di ciò che sarà il futuro? Non ci metterei la mano sul fuoco“.

Il prossimo grande step di aggiornamenti in griglia è previsto per Ferrari, ad Imola. Dopo le voci che volevano un’anticipazione del pacchetto già a Miami, a Maranello si è deciso di seguire il piano originale e conservare la versione “Evo” della SF-24 per la prima delle tappe Europee. Qualcosa però, il 2024, ce lo ha già detto: Red Bull non è dominante come la passata stagione e le sorprese sono dietro l’angolo.

Foto Copertina: Jacopo Moretti per F1inGenerale

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter