Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | McLaren, Zak Brown analizza le carenze su cui devono lavorare per essere perfetti

Dopo anni di domini tecnici, la stagione 2024 si prospetta come una delle più combattute degli ultimi decenni. Tuttavia, Zak Brown crede che ci siano ancora carenze in McLaren per battere la Red Bull.

Nel 2024, in soli 9 appuntamenti, abbiamo visto 4 vincitori diversi da tre monoposto differenti, segno che il distacco tecnico si è assottigliato. McLaren sembra essere la più in palla, ma Zak Brown vede ancora alcune carenze per essere perfetti e a livello di Red Bull.

Brown McLaren carenze
Zack Brown analizza le carenze della McLaren da sistemare per battere Red Bull – @McLaren

La Formula 1 vive di domini tecnici, dove la vettura di riferimento si trova in netto vantaggio rispetto agli inseguitori. Red Bull con la nuova era delle wing car, Mercedes con l’ultima evoluzione delle vetture a fondo piatto, ma anche Ferrari nel periodo dei V10. Con il ritorno delle wing car nel 2022, Red Bull ha subito intrapreso la strada migliore, con la vettura di Milton Keynes che ha dominato quasi in modo incontrastato nel 2023.

“Se si guarda alla Red Bull degli ultimi anni e alla Mercedes prima di lei, di solito le squadre che vincono il campionato sono le migliori in tutto, non nella maggior parte delle cose, ha detto Brown a theScore. “Se si guarda alla Red Bull negli ultimi anni, hanno avuto la macchina più veloce. Hanno avuto la minor quantità di degrado degli pneumatici, fanno i migliori pit stop godono di un pacchetto completo per vincere regolarmente”. La vettura progettata a Milton Keynes ha dimostrato di sapersi adattare in tantissimi circuiti e di essere estremamente efficace in quelli dove prevale l’aerodinamica.


Leggi anche: F1 | Marko fa chiarezza sulla “protesta” di Red Bull contro le ali flessibili Mercedes


La McLaren, dopo un anno difficile nel 2022, ha intrapreso un impressionante percorso di crescita da Austria 2023, con i due piloti sempre molto vicini alla Red Bull in testa. Nel 2024, lo step evolutivo è stato ancora maggiore, con la McLaren che ha ottenuto la sua prima vittoria dopo quasi tre anni (Monza 2021). Da Miami la McLaren sembra esser la nuova vettura di riferimento e punta a confermarsi anche al Montmelò, sfruttando anche le poche debolezze della Red Bull. Tra tutte la differenza di prestazioni tra Verstappen e Perez, con quest’ultimo abbastanza distante dal compagno di squadra.

“Penso che abbiamo due grandi piloti. Abbiamo chiaramente una monoposto molto veloce. Abbiamo ottimi pit-stop, ma abbiamo margine per migliorare. La nostra affidabilità è molto più forte. Stiamo bussando alla porta. Si tratta solo di migliorare un po’ ovunque, ha concluso Brown. La prova del nove ci sarà questo weekend, dove la McLaren è chiamata a verificare la bontà dello sviluppo tecnico apportato alla MCL38.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.