Formula 1News Formula 1

F1 | Mercedes – Wolff realista sulle aspettative per Barcellona: “Ci metterà alla prova”

La Formula 1 torna in Europa per disputare il decimo appuntamento stagionale. Quella di Barcellona è una pista molto selettiva, con Toto Wolff estremamente realista sulle aspettative della Mercedes.

Dopo due settimane, la Formula 1 torna in pista per il GP di Barcellona, che si disputa sull’ormai classico Montmelò. Il tracciato catalano rappresenta da tempo una tappa importante per le squadre che introducono o vogliono validare alcuni aggiornamenti. Consci delle caratteristiche della pista, la Mercedes e Toto Wolff rimangono estremamente realisti sulle aspettative di risultato al termine del GP di Barcellona.

aspettative Mercedes Wolff Barcellona

Il circuito realizzato a circa un’ora dalla capitale della Catalogna è uno degli autodromi della vecchia scuola. Curvoni veloci da oltre 200 km/h, curve da trazione e cambi di direzione che mettono a dura prova l’aerodinamica e la meccanica di ogni monoposto. Essendo un circuito dove le velocità di percorrenza sono elevate, il fattore principale per la prestazione è l’aerodinamica, che deve mantenere una mappa aero costante nel corso del giro. Questo perché la monoposto deve contare su un grande supporto aero meccanico per percorrere le varie sequenze veloci.

Percorrenza delle curve veloci che rappresenta un tallone d’Achille per la Mercedes sin dal ritorno delle wing car. Dopo due anni di difficoltà, la squadra di Brackley sembra aver iniziato un processo di comprensione del funzionamento di queste monoposto. Ne sono testimoni i due risultati ottenuti nel 2024, il secondo posto nella Sprint in Cina e il terzo posto nel GP del Canada. Due tracciati che, oltre alle caratteristiche del circuito poco demanding, presentavano delle temperature relativamente basse. Queste hanno permesso alla Mercedes di centrare perfettamente la loro finestra di funzionamento e ottenere il terzo gradino del podio a Montreal.


Leggi anche: F1 | Hamilton snobba Le Mans e spiega perché ha “zero interesse” verso altre categorie


La storia sarà diversa a Barcellona, dove le temperature torneranno a salire e permetteranno di capire se la W15 sarà riuscita ad ampliare la sua finestra operativa. “Abbiamo continuato a fare progressi nelle ultime gare. È stato incoraggiante quindi fare un altro passo avanti positivo in Canada, spiega Wolff. “Vedere che ciò si traduca nel nostro miglior risultato di squadra della stagione finora è una ricompensa per il duro lavoro di tutti.”

Nonostante l’ottimismo trasmesso dal risultato in Canada, Toto Wolff non si lascia trasportare. “Il Circuit Gilles Villeneuve è una pista unica. Ha una gamma stretta di velocità in curva e, con una superficie appena rifatta, era un po’ un’anomalia rispetto a luoghi più tradizionali. Sappiamo che i nostri concorrenti si comporteranno più solidamente alle prossime gare quindi dovremo continuare a lavorare sodo per metterci costantemente nella lotta per i podi, e alla fine per le vittorie in gara.”

Consapevoli dei loro punti deboli e della possibilità di non performare come da aspettative, in Mercedes c’è eccitazione nel dirigersi a Barcellona. “Barcellona metterà alla prova i nostri progressi. Ha una miscela di curve veloci, medie e lente, un lungo rettilineo e molti cambi di altitudine,” prosegue Wolff. “Percorsi che presentano questa ampia gamma di velocità sono stati un punto debole per noi finora quest’anno. Questo fine settimana fornirà quindi un’altra opportunità per valutare i nostri progressi tramite i nostri aggiornamenti recenti, e ci auguriamo di continuare a costruire sul momento positivo da Montreal.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter