F1 AnalisiFormula 1News Formula 1

F1 | Nel 2026 arriva l’Override: che cos’è e come funzionerà

La rivoluzione tecnica del 2026 ha coinvolto anche la power unit delle monoposto, introducendo la nuova funzione Override.

Il mondo della Formula 1 rappresenta al meglio l’evoluzione tecnologia e il progresso nel mondo dell’automobilismo. Dopo aver presentato le power unit turbo ibride nel 2014, la FIA ha cambiato ulteriormente le specifiche della nuova Power Unit. Tra le tante modifiche per il 2026 è presente la nuova funzione Override, di cui scopriamo il funzionamento in questo articolo.

I regolamenti tecnici della nuova Formula 1 non sono ancora totalmente definiti ma abbiamo modo di comprendere le novità principali che saranno a bordo delle F1 2026. La prima bozza dei regolamenti sulle PU è stata pubblicata nell’agosto 2026 con la presentazione di Audi come nuovo costruttore. Come già risaputo la potenza dei motori sarà distribuita in modo estremamente differente tra motore termico ed elettrico.

Con un sostanzioso incremento della potenza elettrica, la FIA ha potuto lavorare moltissimo sulle modalità motore e sull’erogazione di potenza. Modifiche che fanno seguito all’abolizione dell’MGU- H in favore di una semplificazione dei nuovi propulsori. Il tutto farà coppia con una nuova serie di combustibili, 100% sostenibili che forniscono una più ampia piattaforma sulle possibilità di sviluppo agonistico e stradale.


Leggi anche: F1 | La nuova era è realtà, Tombazis commenta i nuovi regolamenti tecnici 2026


Come funziona l’Override?

Con la Federazione che ha voluto incentrare i regolamenti sul ritorno dello spettacolo in pista, sono state prese decisioni chiave per raggiungere questo scopo. Tra queste c’è la nuova funzione Override che permetterà ai piloti di portare a termine sorpassi o difese estreme. Questa nuova modalità motore sarà attivabile in modo manuale dal pilota. La FIA non ha fornito nei dettagli il funzionamento specifico dell’Override, ma ha spiegato come interverrà nell’azione in pista. L’esempio fornito dalla FIA parla di due monoposto all’inseguimento.

La lepre, o meglio dire la vettura di testa, avrà più resistenza all’avanzamento e con la potenza combinata che decrescerà. Infatti, la potenza passerà da un 100% ai 290 km/h fino allo 0% ai 355 km/h con una diminuzione costante. Nello stesso momento, l’inseguitore potrà beneficiare di un surplus di potenza (Override MGUK) che fornirà 350 kW (ca 475 CV) fino ad una top speed di 337 km/h coadiuvati da 0.5 MJ di energia extra.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.