A TCFormula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | Spunta l’ipotesi di ritorno al solo turbo per mettere fine all’era ibrida: le parole di Domenicali

Dopo l’ufficialità del nuovo regolamento FIA, Stefano Domenicali ha parlato delle possibilità di avere nuove modifiche al regolamento di F1 con un ritorno al solo turbo per mettere fine all’era ibrida

Qualche settimana fa è stato reso ufficiale il nuovo regolamento FIA che entrerà in vigore dal 2026, lasciando spazio a commenti di varia natura: ora, per la prima volta dopo la pubblicazione ufficiale, anche Stefano Domenicali ha detto la sua sulle regole e sul prosieguo dell’era turbo-ibrida.

Nel 2014 la F1 ha inaugurato, appunto, la sua era turbo-ibrida, con un “perfetto” mix che ha visto lo sviluppo della parte elettrica del motore utilizzato per le monoposto. Tuttavia, con il nuovo regolamento si apporteranno delle ulteriori modifiche alla parte elettrica.

F1 | Spunta l'ipotesi di ritorno al turbo per mettere fine all'era ibrida: le parole di Domenicali
Le monoposto F1 2026 avranno l’aerodinamica attiva @ FIA

Così, sulla condizione attuale della categoria regina del motorsport, si è espresso il CEO di F1 in un’intervista esclusiva al quotidiano tedesco AMuS. Tra le tematiche sicuramente più sensibili rientra proprio l’utilizzo di carburanti sostenibili e l’eventualità di un ritorno al turbo.


Leggi anche: F1 | Leclerc tedoforo: il VIDEO del pilota Ferrari in veste olimpica a Monaco


Bisogna sempre tenere d’occhio la situazione politica complessiva del momento. Ci sono stati momenti in cui ci è stato richiesto di avere un’elettrificazione totale. Siamo rimasti fedeli alla soluzione ibrida e poi ci siamo resi conto che con il carburante sostenibile avremmo potuto mostrare al mondo che esistono altre tecnologie” racconta Domenicali.

Tuttavia, non va dimenticato che quando furono scritte le regole sui motori del 2026, non potevamo fare a meno degli ibridi. A quel tempo per i produttori era importante aumentare la quota di energia elettrica. Oggi potrebbero pensare diversamente perché il mondo ha riconosciuto che esistono molteplici percorsi verso l’obiettivo della sostenibilità” spiega il CEO di F1.

Non solo: lo sviluppo delle tecnologie è sempre più sotto l’occhio dei grandi produttori di motori che si rendono sempre più consapevoli di come l’ibrido non è l’unica soluzione per raggiungere la sostenibilità.

Per quanto mi riguarda, basterebbe guidare con un carburante che non sia nocivo per l’ambiente. La F1 ha già dimostrato di poter sviluppare in modo rapido le tecnologie. Ma sono sicuro che se riusciremo a dimostrare che possiamo produrre 0 emissioni, allora potremo dire di aver raggiunto la sostenibilità e concentrarci su altro. E i motori avrebbero di nuovo un bel suono“.

Non vogliamo lottare contro i veicoli elettrici, ma piuttosto aprire gli occhi alla gente sul fatto che esistono altre tecnologie per raggiungere l’obiettivo” conclude poi il CEO. Ma, sicuramente, il lavoro da fare è ancora molto lungo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter