AerodinamicaF1 AnalisiFormula 1News Formula 1

Ferrari SF-24, tutte le differenze tra la versione del debutto e la EVO

Con il filming day di oggi Ferrari ha fatto debuttare a Fiorano la versione 2.0 della monoposto 2024. Scopriamo tutte le differenze (visibili) tra la Ferrari SF-24 “base” e la EVO che vedremo a Imola.

La Ferrari è all’attacco, questo è il messaggio che trapela dalle novità introdotte sulla monoposto di Leclerc e Sainz. Dopo una prima parte di stagione disputata con una monoposto “vecchia”, la Ferrari 2024 si è evoluta con una veste più aggressiva. Scopriamo insieme, grazie alle foto dalla pista, le differenze tra la Ferrari SF-24 di inizio stagione e la EVO. 

Pance Ferrari
La versione evoluta delle pance Ferrari in stile Red Bull. Credits; @ssarasframes

All’anteriore non notiamo delle modifiche subito visibili con l’ala che è rimasta invariata rispetto a quella del debutto. Il musetto della vettura non dovrebbe aver subito modifiche, ma sembra che sia stato scavato sotto per incrementare il passaggio d’aria verso le bocche dei Canali Venturi. Proseguendo verso il centro vettura iniziano a comparire le prime differenze importanti con la SF-24 vista fino a Miami.


Leggi anche: I paraspruzzi funzionano davvero in F1? Molto eloquente il test Ferrari


Cambiamento radicale degli inlet dei sidepods, che adesso adottano una soluzione mista, con il labbro superiore molto più esteso di quello inferiore. Inoltre, la presa d’aria verticale è stata integrata con quella orizzontale per alimentare meglio i pacchi radianti della SF-24.

Ferrari SF-24 Differenze EVO novità aggiornamenti
Le novità della Ferrari SF-24 che vedremo a Imola – @Niccolo_dalessio7

Modifica molto interessante nella zona subito adiacente all’Halo, dove fa la comparsa un nuovo profilo aerodinamico. Fino a Miami abbiamo visto una porzione in carbonio che collegava l’halo con i sidepods, mentre adesso la soluzione è cambiata radicalmente. La soluzione che troviamo ora sulla SF-24 è interamente ancorata alla parte superiore dei sidepods.

Come è cambiata la SF-24 EVO?

La forma è alquanto particolare e ha la chiara funzione di deviatore d’aria con l’estremità superiore curvata verso l’esterno. Il compito di questo elemento è quello di guidare l’aria sul downwash delle pance ed energizzarla. 

La versione “base” della SF-24 che presenta i vecchi inlet e profilo al lato dell’Halo

Passando poi più indietro possiamo trovare una modifica concatenata a quella precedentemente descritta. Il cofano ha una nuova forma nella zona appena dietro l’halo per ospitare il nuovo sfogo dell’aria di dimensioni maggiori. Per migliorare l’estrazione dell’aria calda è stata modificata la parte terminale dove è presente la scritta dello sponsor Santander. A sinistra della S è stata creata una bombatura per accelerare i flussi d’aria calda e indirizzarli vero il posteriore con una maggiore energia. Cambia anche l’ala posteriore con l’elemento superiore tagliato nelle estremità, fortemente utile per ricercare una maggiore efficienza e carico locale.

Crediti: @ssarasframes

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

1 commento

GAETANO 10/05/2024 at 17:42

all’interno delle pance: i radiatori sono posizionati al contrario di tutte le ali che devono creare la down-force . se invece fossero posizionati come le ali potrebbero anche loro creare effetto suolo ?

Risposta

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.