Formula 1Interviste F1News Formula 1

F1 | FIA e Formula 1 sotterrano l’ascia di guerra con un comunicato congiunto

FIA e Formula 1 hanno rilasciato un breve comunicato congiunto, mettendo fine agli screzi avvenuti negli ultimi mesi

Dopo i forti screzi dell’ultimo anno e mezzo, condito da forti polemiche e in alcuni casi anche denunce penali (vedasi la causa intentata da Susie Wolff nel presunto caso di conflitto d’interessi) FIA e Formula 1 provano ora a sotterrare l’ascia di guerra.

Poco fa, infatti, i due massimi enti della classe regina hanno rilasciato un breve comunicato congiunto, dichiarando di essere ancora perfettamente allineati sulla direzione e sugli obiettivi da centrare, e di star lavorando ad un nuovo ”piano strategico” in ottica futura. 

FIA Formula 1
FIA e Formula 1 sotterrano l’ascia di guerra con un comunicato congiunto © XPB Images

Pace fatta tra FIA e Formula 1

”Il Campionato mondiale FIA di Formula 1 non è mai stato così forte e sta crescendo a livello globale e la FIA e la Formula 1 sono impegnate a garantire i migliori risultati per l’intero sport”, si legge sul sito della federazione.

”A tal fine, entrambe le parti stanno sviluppando un nuovo piano strategico che ci consentirà di cogliere le opportunità e migliorare ulteriormente il potenziale della F1 negli anni a venire”.

Gli scontri verbali tra FIA e Formula 1 erano iniziati già nel Gennaio dello scorso anno, con il presidente Ben Sulayem che aveva etichettato come ”gonfiata” la presunta offerta di 20 miliardi di dollari da parte del Saudi Arabian Public Investment per l’acquisizione dei diritti commerciali.

A ciò aveva fatto immediatamente seguito la dura risposta da parte della FOM, che aveva bollato le parole dell’emiratino come ”inaccettabili”, invitandolo a restar fuori dalla vicenda e di concentrarsi puramente sugli aspetti sportivi.


Leggi anche: F1 | Più di 25 GP in calendario e punti assegnati all’intera griglia: la prospettiva di Domenicali


La battaglia, come affermato in precedenza, si è poi spostata sul caso Wolff, con il team principal Mercedes accusato di aver utilizzato informazioni confidenziali a proprio vantaggio tramite la moglie Susie, che ricopre invece la carica di managing director della F1 Academy.

Ciò aveva portato la federazione ad aprire un’indagine, archiviata dopo nemmeno 48 ore in seguito alla coalizione di tutte e dieci le scuderie di Formula 1, che si erano schierate a favore dei coniugi Wolff, dichiarandosi totalmente estranee alla vicenda.

La Wolff ha poi deciso di impugnare la questione legalmente, presentando una denuncia penale nei confronti della FIA in merito alle dichiarazioni proferita dalla stessa nello scorso mese di Dicembre.

Ultima ma non meno importante riguarda la questione Andretti, con la FIA che aveva concesso il lasciapassare della candidatura del team americano (con tanto di di benestare da parte di Ben Sulayem), salvo poi incontrare il muro di Liberty Media, che ha negato l’accesso in griglia al team capitanato da Michael Andretti in ottica 2026.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.