A TCFormula 1News Formula 1

Hamilton in Ferrari per un motivo preciso: Vasseur parla di garanzie e motivazioni

Il matrimonio tra Hamilton e la Ferrari nasce da lontano: Fred Vasseur racconta le motivazioni che hanno portato Lewis a Maranello.

Il legame che intercorre tra Lewis Hamilton e Frédéric Vasseur è di lunga data: il team principal della Ferrari ha raccontato i retroscena del trasferimento dell’inglese a Maranello.

f1 vasseur ferrari hamilton miami newey cook formula uno
Foto: F1inGenerale.com – Foto Copertina: F1inGenerale.com

La Ferrari di Fred Vasseur prende forma, Lewis Hamilton è solo uno dei tasselli posti dal transalpino a capo della scuderia. Il 2024 è forse il primo vero anno del boss di Draveil a Maranello e, per molti, il cambio di paradigma è netto. Il Cavallino ora ha appeal, Sir Lewis approderà in Emilia Romagna nel 2025 e potrebbe non essere il solo nome di spicco. L’inglese ha buone possibilità di essere accompagnato in via Abetone Inferiore dall’illustre connazionale Adrian Newey, prossimo all’addio alla Red Bull.

Ai microfoni del quotidiano d’Oltralpe ‘L’Équipe’, il condottiero del Cavallino Rampante ha parlato anche del rapporto con Lewis Hamilton. Il matrimonio tra la rossa e Lewis era scritto nel destino: “Avevo smesso di parlare di questioni tecniche con lui per motivi di riservatezza, ma in 20 anni non ci siamo mai persi di vista, ha raccontato Vasseur.

Salutare Sainz per il 40enne Hamilton: anche il palmarés conta

Lasciare un Carlos Sainz all’apice per un Lewis Hamilton alla soglia dei 40 anni: è una scelta saggia? Il 55enne ex Alfa Romeo ha affrontato anche questa questione. Quest’anno ho due piloti molto bravi, ne sono certo, ma tra loro hanno vinto 12 Gran Premi (errata corrige: sono otto vittorie, cinque per Leclerc, tre per Sainz, ndr).”

Anche il palmarés però conta per Vasseur e Lewis Hamilton può offrire ancora molto alla F1 e alla Ferrari. “Ci sono momenti in cui il palmarés fornisce certezze, riferimenti e modalità di lavoro”, ha spiegato alla testata francese.Anche per Charles sarà molto utile avere vicino Lewis. È un mostro in termini di organizzazione e approccio alla gara.”


Leggi anche: Newey, è sempre più Ferrari: “Ecco il ruolo e la data del matrimonio”


Cosa potrà dare nello specifico Lewis al Cavallino per il team principal è chiaro: “Ci spingerà al massimo in termini di standard e preparazione… Sento che ha tanta voglia di vincere. Lewis è un grande motivatore e spinge tutti al limite. Non si tratta solo di riuscire a fare 1’18”8 o 1’18”9 quando si sale in macchina”, ha spiegato Vasseur a ‘L’Équipe’.

Si tratta anche di sapere che ci sono 1.500 persone che fanno il tifo per te. Perché lui è lì, perché spinge, perché farà la domanda scomoda e non si accontenterà della prima risposta… È questo che fa funzionare i sistemi. E questo è ancora più vero per noi.”

Newey e promesse: Hamilton ha avuto garanzie dalla Ferrari?

Sul capitolo garanzie Fred Vasseur è rimasto, come prevedibile, piuttosto “abbottonato”. C’è chi ritiene che la Ferrari abbia promesso un team di spessore al campione inglese, includendo tra le “garanzie” anche l’approdo a Maranello di Adrian Newey. Ma queste sono perlopiù speculazioni e speranze.

“Abbiamo parlato a lungo del progetto”, ha spiegato il transalpino. “Ma lui non può avere garanzie perché nessuno sa se il motore Mercedes sarà migliore di quello Audi o di un altro…”

“La migliore garanzia per un pilota è pensare che sia legittimo che la Ferrari faccia di tutto per vincere. Vista la passione, visto che non vinciamo da troppi anni, se dobbiamo fare uno sforzo, lo faremo!“, ha concluso.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter