Formula 1News Formula 1

Ingresso Andretti nel 2026, c’è anche lo zampino di Toyota

Nonostante il rifiuto iniziale, Andretti crede ancora di poter entrare in Formula 1 nel 2026, grazie anche all’aiuto di Toyota.

Andretti ha preparato tutte le carte per poter entrare in Formula 1 con il prossimo cambio regolamentare, ricevendo l’approvazione della FIA. Tuttavia, è mancata l’approvazione di Formula 1, la quale detiene i diritti commerciali della serie, rimbalzando in malo modo la candidatura di Andretti. Nonostante ciò, il team americano capitanato da Michael Andretti non rinuncia alla possibilità di entrare in F1 nel 2026 e punta il tutto per tutto per farlo, anche grazie a Toyota. 

Andretti 2026 Toyota
Il modello di F1 che sta testando Andretti nella galleria del vento Toyota – Credits: Andretti Motorsports

Nel mese di gennaio, la FOM ha respinto la candidatura di Andretti per poter entrare in Formula 1. Il gigante del motorsport americano non ha perso le speranze e prosegue il suo processo di avvicinamento alla serie. Nell’ultimo periodo è stata inaugurata la nuova struttura in Inghilterra, centro operativo per la futura squadra di Formula 1.

Nell’ultimo periodo è emerso che questa accelerazione nell’avvicinamento alla Formula 1 sia dovuta ad un mega costruttore mondiale, Toyota. Il brand giapponese non è più in F1 da ormai 15 anni, ma milita in diversi campionati, uno tra tutti il mondiale Endurance WEC e il WRC. Il reparto sportivo, con sede a Colonia, in Germania, con il nome di Toyota Gazoo Racing, vanta due gallerie del vento, realizzate nella breve permanenza in Formula 1 (2002-2009).


Leggi anche: UFFICIALE – Nasce Scuderia Ferrari HP: i dettagli della nuova partnership con Hewlett Packard


In un’intervista rilasciata a RacingNews365, Antonio Pavesi, responsabile della galleria del vento GR, ha raccontato delle varie scuderie che si sono affidate alla struttura tedesca. “È stato triste perdere un cliente così importante come la McLaren, ma la vita va avanti”, ha detto Pavesi.

“Per un po’ di tempo ci siamo preoccupati di come avremmo potuto mantenere in funzione le gallerie del vento, dato che una di esse era utilizzata quasi esclusivamente dalla McLaren, ma fortunatamente siamo riusciti a trovare altri progetti”.

Pavesi non ha nascosto il contatto con Andretti, con il tecnico che ha ammesso, “Non ricordo esattamente quando ci hanno contattato, ma deve essere stato a metà del 2023″. 

“Quando si preparavano a entrare in Formula 1, era importante per loro poter utilizzare una galleria del vento. Questo ha permesso ad Andretti di costruire il proprio processo aerodinamico. Ci hanno contattato e abbiamo finito per costruire un modello per loro qui a Colonia, e poi già negli ultimi mesi del 2023 quel modello è stato testato nella galleria del vento”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.