Formula 1Interviste F1News Formula 1

La rivoluzionaria idea per le Sprint di F1: spazio a giovani piloti

Se il format Sprint Race è destinato a restare in F1, secondo Eddie Jordan c’è spazio per dare una chance ai giovani piloti.

Format Sprint in F1, da Eddie Jordan un’idea rivoluzionaria. Le ormai celebri “garette del sabato” sono destinate non solo a restare nel Circus, ma a moltiplicarsi. Una soluzione simile a quella adottata in MotoGP, con una Sprint Race per ogni weekend, potrebbe presto bussare alle porte della massima serie a ruote scoperte. Prospettiva che lascia in tanti con l’amaro in bocca.

La rivoluzionaria idea per le Sprint di F1: spazio a giovani piloti
Immagini dalla Sprint Race della Cina – Red Bull Content Pool

Le Sprint Race sono un grande tema di discussione nella Formula 1 contemporanea. Le si ama o le si odia, con visioni e pareri che spesso e volentieri non ammettono compromessi. Se Stefano Domenicali preannuncia un ulteriore aumento nel loro numero, finanche a pareggiare quello dei Gran Premi, qualcuno propone delle soluzioni innovative.

Mi è venuta in mente una piccola idea, partendo dal fatto che odio le Sprint Race – spiega Eddie Jordan al podcast Formula For Success – Dovrebbero essere bandite, sono terribili. Tuttavia, se dobbiamo tenerle in calendario, vorrei che le Sprint Race fossero dedicate ai giovani piloti, quelli che non hanno concluso ancora dieci Gran Premi“.


Leggi anche: Futuro di Imola in F1 a rischio? Minardi in ESCLUSIVA: “Non ci poniamo limiti”


Questo per dare l’opportunità ai giovani piloti di competere fra loro – continua JordanIn modo che noi, i tifosi, possiamo avere un antipasto di cosa ci riserverà il futuro. Capire dove risiede del potenziale. Anche per dare una chance a tutti i piloti che corrono nelle formule minori, dar loro la sensazione di poter aspirare alla Formula 1“.

Un’idea immediatamente appoggiata dall’host del podcast, David Coulthard, che sottolinea come tale format permetterebbe di non avere più piloti promossi dalla F2 poi deludenti in F1: “In Formula 1 c’è una pressione diversa, è un qualcosa del tutto diverso, l’intensità, la pressione, i riflettori. Alcune persone non sono tagliate per tutto ciò“.

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Foto Copertina: Red Bull Content Pool