A TCFormula 1News Formula 1

Niente debutto in F1 a Imola per Kimi Antonelli? La colpa è di Verstappen

Il debutto di Kimi Antonelli a Imola dovrebbe slittare a causa della Superlicenza. La colpa di tutto ciò sarebbe di Max Verstappen…

Alla vigilia del weekend di Miami, le voci su un possibile debutto di Kimi Antonelli già dalla gara di Imola si sono fatte sempre più insistenti. La FIA avrebbe infatti ricevuto una richiesta di deroga per far sì che il giovane talento italiano possa ottenere in anticipo la Superlicenza necessaria a correre in Formula 1.

debutto kimi antonelli imola
Il debutto di Kimi Antonelli a Imola dovrebbe slittare a causa della Superlicenza. La colpa di tutto ciò sarebbe di Max Verstappen… – Foto: @BRredbullracing

Secondo il regolamento, infatti, un pilota per ottenere la patente necessaria a guidare nella massima serie dell’automobilismo deve rispettare alcuni criteri. Oltre a quello riguardante i risultati sportivi, uno dei vincoli dietro la Superlicenza riguarda l’età minima.

A partire dal 2016, infatti, la FIA ha stabilito che un pilota debba avere compiuto diciotto anni e raggiunto i quaranta punti nelle categorie minori (stabiliti secondo una tabella) per poter ottenere la licenza. Questa modifica fu aggiunta in seguito al debutto di Max Verstappen, diciassettenne al momento della sua prima gara in Formula 1.

Per questo motivo Kimi Antonelli dovrà attendere almeno fino al 25 di agosto per far sì che la richiesta di deroga possa essere valutata. Il talento italiano scuola Mercedes potrebbe dunque fare il suo debutto in Formula 1 nel secondo appuntamento di casa, quello di Monza, previsto per il primo weekend di Settembre.

La colpa è di Verstappen?

Il tre volte campione del Mondo, Max Verstappen, ha parlato della questione riguardante Antonelli. “Questa regola è stata introdotta per colpa mia“, ha dichiarato l’olandese. “Al di là del cado di Kimi, questo vincolo sull’età potrebbe impedire ad altri talenti di entrare subito in Formula 1, dato che devono accumulare prima quei quaranta punti“.

Sinceramente non sono un grande fan di questa cosa. Se un pilota ha magari diciassette anni ma solo venti punti, perché non deve essere in Formula 1 se lo merita?, ha poi aggiunto Verstappen.

La questione legata al debutto di Antonelli resta dunque tutta de definire e potrebbe portare a una modifica al regolamento, così come accaduto per quello che ai tempi era visto come un talento cristallino e che ha poi fatto la storia del motorsport.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Fonte dell’immagine di copertina: @AndreaKimiTR via X