Formula 1Interviste F1News Formula 1

“Play-off come in NASCAR”, la nuova folle idea per la F1

Dagli Stati Uniti ci si interroga sul come ravvivare la F1 e una nuova (folle) idea potrebbe essere un format play-off stile NASCAR.

F1 come la NASCAR, in arrivo i play-off nel Circus? Questa la chiacchierata idea degli ultimi giorni, sulla quale è stato interrogato il CEO di Liberty Media, Greg Maffei. Non è un segreto che la Formula 1 stia cercando soluzioni per ravvivare il proprio campionato e avvicinarlo ancora di più ai giovani. Portare la lotta per il Mondiale all’ultima gara è senz’altro uno degli obiettivi.

"Play-off come in NASCAR", la nuova folle idea per la F1
Format play-off per ravvivare le sorti del Mondiale – F1 on X

Il tema dello spettacolo, in Formula 1, è al centro dei dibattiti fra appassionati e addetti ai lavori fin dagli albori dello sport. Spesso si sente dire che, “un tempo“, le gare erano più emozionanti. Nulla di più falso: come oggi, trenta, quaranta o cinquant’anni fa si alternavano gare (e stagioni) al cardiopalma con gare (e stagioni) del tutto dimenticabili.

In un mondo che spinge sempre più verso contenuti brevi, che riescano a catturare l’attenzione di un pubblico giovane e sempre più distratto, anche la Formula 1 potrebbe doversi sempre più adattare. L’introduzione delle Sprint Race va letta con questa chiave, così come la discussione sui play-off, che dovrebbero portare sempre il Mondiale all’ultima gara.

Le parole di Greg Maffei

Intervistato dal sito web della Formula 1, Greg Maffei si dice possibilista, ma non nel breve periodo: “Non credo che siamo arrivati a quel punto. Penso che una delle cose più belle di questo sport, che in realtà c’è anche nel baseball e non in tutti gli sport, credo, sia il fatto che passiamo la stagione e incoroniamo un campione del mondo alla fine. È una vittoria enorme, immagino, nella mente di molte persone“.


Leggi anche: F1 | Ferrari contro Red Bull in Canada: il pronostico dell’ex verso Montreal


Facendo un paragone con la Major League di Baseball, Greg Maffei sostiene che anche gli sport più tradizionalisti possano aprirsi a dei cambiamenti: “La Formula 1 è uno sport con molte tradizioni orgogliose e in alcuni casi c’è resistenza al cambiamento. Non si dovrebbe cambiare solo per il gusto di cambiare, ma bisogna continuare a muoversi e stare al passo con i tempi“.

Il mondo si sta frammentando e i fan più giovani non vogliono necessariamente guardare una gara che dura un’ora e mezza o due ore. Quindi, trovare nuovi modi per raggiungerli tramite social media, sulle piattaforme a cui tengono, che sia YouTube o altro, sono aree che mi interessano“.

Come funzionerebbero i play-off in Formula 1?

Seguendo la strada tracciata dalla NASCAR, potremmo provare ad immaginare un formato play-off in Formula 1. Con 24 gare da correre, nelle prime 20 tutta la griglia potrebbe competere per raggiungere la Top 5 della Classifica Piloti. Raggiunte le ultime quattro gare, verrebbero azzerati i punti della Top 5, che si sfiderebbe in Gran Premi che vedrebbero progressivamente eliminato l’ultimo classificato del gruppetto.

Questa dinamica porterebbe inevitabilmente due piloti a sfidarsi per la conquista del Mondiale nell’ultimo Gran Premio. Un modo artificiale per riprodurre gare come Abu Dhabi 2019, creando engagement sui social media e tenendo elevata l’attenzione degli appassionati. Eppure vien da chiedersi: uno show di questo tipo sarebbe ancora fedele ai dogmi della Formula 1?

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Foto Copertina: F1 on X

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.