Formula 1Interviste F1News Formula 1

“Quel giorno sarebbe dovuto essere la fine della F1”: Ecclestone su Senna, trent’anni dopo

Anniversario Senna, trent’anni fa una delle pagine più nere della F1, che ne avrebbe potuto segnare la fine, come ricorda Bernie Ecclestone.

Ecclestone torna sulla morte di Ayrton Senna, l’incidente che avrebbe dovuto sancire la fine della F1. A trent’anni dalla sua scomparsa, la leggenda brasiliana vive nei cuori di milioni di appassionati in tutto il mondo. Un pilota tanto divino quanto umano, tormentato nell’animo, andato via troppo presto. Il beffardo destino di un weekend nero per il motorsport.

"Quel giorno sarebbe dovuto essere la fine della F1": Ecclestone su Senna, trent'anni dopo
Ayrton Senna e Roland Ratzenberger, GP San Marino 1994 – @LegendarysF1 on X / XPB Images

Quello di Imola 1994 è Gran Premio maledetto. Uno dei tanti della storia della Formula 1, certo, ma diverso per tempistiche, modalità e impatto. Erano passati dodici anni dalla tragica scomparsa di Riccardo Paletti, otto da quella di Elio De Angelis. Il Circus, forse, aveva dimenticato la morte, che smise di farsi attendere. Prima il terribile incidente di Rubens Barrichello, poi quello di Roland Ratzenberger, fatale.

La domenica, alle 14:17, nel corso del settimo giro del Gran Premio, l’incidente che porterà via anche Ayrton Senna. “Max Mosely mi disse che era convinto sarebbe stata la fine per la Formula Uno – ha raccontato Bernie Ecclestone a Sky News – Gli dissi che si sbagliava, che era da vedere. Speravamo non si arrivasse a questo, ma fu un vero disastro“.


Leggi anche: “Senna ancora respirava”, il racconto di Giovanni Gordini, uno dei primi medici a soccorrerlo


Non fu un buon weekend, sembra siano passati più di trent’anni – continua l’ex patron del Circus – [Senna] fu davvero sfortunato a morire in quell’incidente. Se pensiamo a tutto ciò che è successo, con l’incidente di Roland [Ratzenberger], e poi quello di Senna… Non penso che qualcosa del genere possa succedere di nuovo“.

Avremmo dovuto fermare la gara? Non credo, non l’avrebbe aiutato in alcun modo – conclude EcclestoneMa spero che non vedremo mai più una cosa del genere e penso che oggi, con il modo in cui tutto è migliorato per quanto riguarda la sicurezza, grazie a Dio, le possibilità sono molto più ridotte”.

Foto Copertina: LegendarysF1 on X

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter