Formula 1Interviste F1

F1 | Leclerc stecca in qualifica anche a Suzuka: cosa è andato storto secondo Vasseur

Nonostante il pessimo risultato nelle qualifiche di Suzuka, Frederic Vasseur non è preoccupato dalle recenti difficoltà riscontrate da Charles Leclerc sul giro secco

Nonostante la grande rimonta in gara, non accennano a placarsi le polemiche attorno al recente stato di forma di Charles Leclerc, che anche in Giappone ha dovuto accontentarsi di tagliare il traguardo alle spalle di Carlos Sainz, con quest’ultimo che, dopo la fantastica vittoria di Melbourne, ha nuovamente portato in alto i colori Ferrari sul podio di Suzuka. 

Vasseur Leclerc qualifiche Suzuka
Leclerc stecca in qualifica anche a Suzuka: Vasseur lo difende © Ferrari

Il monegasco ha di fatto cestinato le opportunità di costruire una gara vincente già al Sabato, con l’unico tentativo in Q3 appena sufficiente per strappare l’ottava casella di partenza, mentre il suo compagno di squadra è riuscito a strappare la seconda fila, dietro soltanto alle due Red Bull e alla McLaren di Lando Norris.

Nonostante ciò, Frederic Vasseur non si è detto particolarmente preoccupato dalle recenti difficoltà riscontrate da Charles sul giro secco: “Non bisogna trarre una conclusione basandosi solo sulla classifica”, ha esordito il francese a fine gara.

“Penso che il punto in cui abbiamo fallito un po’ questo weekend con Charles in qualifica sia stato il primo giro della Q1, perché non ha fatto un giro molto buono e abbiamo dovuto mettere un secondo set di soft perché eravamo un po’ a rischio”.

”Poi, quando si passa alla Q3, si ha a disposizione un solo set e si è un po’ in difficoltà perché si pensa: “Se faccio un errore, sarò decimo. Non abbiamo avuto l’approccio giusto, ma sono convinto che Charles sia un pilota competitivo. È forte sul giro secco e tornerà”.


Leggi anche: F1 | Altro disastro Mercedes a Suzuka, ma per Wolff il podio era fattibile


Lo stesso Leclerc si è detto stupito del brutto risultato in qualifica, con una SF24 che annovera il riscaldamento delle coperture nell’out lap come uno dei punti deboli in questo inizio di campionato: ‘Credo che il problema sia più che altro mio e del modo in cui mettiamo temperatura sulle gomme nell’out lap. 

”Esaminerò questo per cercare di capire cosa posso fare meglio. Abbiamo fatto un’ottima strategia, un’ottima gestione delle gomme, un ottimo passo, ma non è sufficiente quando si parte dall’ottava piazza”.

“Non mi è capitato spesso nella mia carriera di dovermi concentrare sulla qualifica, perché di solito è uno dei miei punti di forza, ma in Australia ho fatto fatica, quindi mi concentrerò su questo aspetto. Di solito quando lavoro su qualcosa, miglioro abbastanza rapidamente, quindi sono fiducioso di poter migliorare rapidamente”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter