A TCFormula 1Interviste F1

F1 | Russell favorevole alle sprint: “Non è giusto che la F1 abbia il triplo delle prove di F2 e F3”

George Russell si è detto favorevole al format delle sprint races, affermando che una o due prove libere sono sufficienti e che non è giusto che la Formula 1 abbia il triplo delle prove di F2 e F3.

Alla vigilia del weekend in Australia, il giovane britannico della Mercedes è tornato sulla questione prove libere, tema che ha suscitato molte polemiche a causa delle parole espresse da Stefano Domenicali. Il CEO della Formula 1 aveva affermato che le attuali prove libere andrebbero ridotte al minimo. Inoltre, essere interesserebbero più agli ingegneri che agli spettatori. Russell si è detto favorevole al format delle sprint races, affermando che una o due prove libere sono sufficienti e che non è giusto che la Formula 1 abbia il triplo delle prove di F2. e F3.

Russell sprint prove libere
Russell a favore delle sprint e della riduzione delle prove libere © Autosprint

Gasly e Russell a favore delle sprint e della riduzione delle prove libere

Non credo sia giusto che la F1 abbia il triplo delle prove che si fanno in F2 e F3”, ha dichiarato il pilota Mercedes.Dovrebbero essere loro a fare più pratica. Più prove libere fai, più ti senti a tuo agio. Ma non è corretto che la F1 abbia più tempo a disposizione di altre categorie. Inizialmente non ero a favore delle Sprint ma ora lo sono. Anche per lo spettacolo”.

Un Russell che dunque concorda con quanto detto da Domenicali la settimana scorsa. Secondo il britannico, infatti, le categorie minori meriterebbero più tempo a disposizione per girare. Al contrario, invece, una o due sessioni dovrebbero essere sufficienti per la Formula 1.

Anche Pierre Gasly è d’accordo con le parole di Russell:Sono d’accordo con George. Tre turni non sono necessari dal punto di vista della guida. In generale penso che uno, forse due al massimo, siano sufficienti per tutti noi”.


Leggi anche: F1 | Leclerc negativo per Melbourne: “Non ci saranno miracoli questo weekend”


Il tema sollevato dal presidente è destinato a far discutere anche in futuro, in una Formula 1 che guarda sempre di più al cambiamento. Già negli ultimi due anni è stato implementato il format sprint, sostituendo la terza sessione di libere con una mini gara da 100 km. A partire da questa stagione, gli eventi sprint saranno ben 6, raddoppiando il numero della stagione 2022. Chissà che ben presto, il format possa essere nuovamente rivisto, per far spazio a sessioni più spettacolari.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter