F2 | Caos a Baku, Nissany contro Bolukbasi: “Scusate, c’è un idiota in pista”. E nel paddock parte la rissa

Una caotica mattinata nel paddock di F2 a Baku, dall’incidente in pista nella Feature Race tra Nissany e Bolukbasi alla rissa tra il preparatore dell’israeliano e il padre del turco.

F2 rissa Baku Nissany Bolukbasi Feature Race

La Formula 2 regala spettacolo in pista e talvolta anche fuori dalla pista. Purtroppo, in questo caso, non è stato uno spettacolo piacevole. I protagonisti sono stati Cem Bolukbasi e Roy Nissany sulla pista cittadina di Baku e di personaggi vicini ai due piloti di Charouz e DAMS nel paddock della F2, dove si è scatenata una vera e propria rissa.

Nissany ha tentato una mossa piuttosto audace all’esterno di curva 2 su Bolukbasi. I due sono arrivati al contatto e la gara è finita per entrambi. Il #16 ha accusato il #23 della manovra con un team radio abbastanza chiaro. Tuttavia, la direzione gara non è stata dello stesso parere; al contrario, Nissany ha ricevuto tre posizioni in griglia per il contatto.


Leggi il resoconto del weekend a Baku!


Sfortunatamente, la vicenda non si è conclusa con lo scontro in pista ma è proseguita nel paddock. Stando al report dei commissari di gara, il padre di Bolukbasi, Yavuz, si è diretto verso il tendone della DAMS insieme al manager del figlio, Temucin Unaip. Yavuz Bolukbasi, a cui non è andato giù il team radio di Nissany “Scusate, c’è un idiota in pista”, ha avuto un acceso battibecco con il pilota della DAMS. Nel frattempo, è stato coinvolto anche il preparatore di Nissany e con il padre di Bolukbasi si è arrivati anche al contatto fisico con delle spinte. Fortunatamente, nessun pugno e nessun danno fisico per le persone coinvolte.

Danni morali e conseguenze ce ne sono per (quasi) tutti invece, come si legge nel documento degli stewards.

  • Yavuz Bolukbasi, padre di Cem, si è visto revocare l’accesso al paddock nel prossimo evento.
  • Cem Bolukbasi ha ricevuto una multa di 5.000€ da pagare entro 48 ore.

Immagine

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.