F2 | GP Abu Dhabi, qualifiche – L’ultima pole è di Sette Camara, davanti ad Ilott e a Delétraz

L’ultima pole position del campionato 2019 se la aggiudica Sette Camara davanti ad Ilott e a Delétraz. Sesto il campione di Formula 2 Nyck De Vries. Soltanto undicesimo invece l’italiano Luca Ghiotto che, a causa di una bandiera gialla durante gli ultimi minuti della sessione, non è riuscito a migliorare la propria posizione. qualifiche f2 abu dhabi

qualifiche f1 abu dhabi
Foto FIA F2

E’ andata in atto oggi l’ultima sessione di qualifiche del campionato 2019 della formula cadetta a ruote scoperte. Sergio Sette Camara conquista la pole position davanti al pilota della Ferrari Callum Ilott e a Louis Delétraz. Non un inizio facile per il campione di Formula 2 Nyck De Vries, qualificatosi sesto. qualifiche f2 abu dhabi

Soltanto undicesimo l’italiano Luca Ghiotto il quale, a causa di una bandiera gialla nell’ultimo settore causata poco prima della bandiera a scacchi, è costretto ad abortire il giro non migliorando la propria posizione. Ciò va in suo sfavore poichè, nonostante il titolo di campione sia stato già assegnato, c’è ancora il secondo posto in palio per il quale è ampiamente nella lotta.

Tra le novità di questo weekend ad Abu Dhabi troviamo Christian Lundgaard, neo promosso dalla Formula 3, in Trident al fianco di Giuliano Alesi.

I risultati delle qualifiche saranno condizionati da due penalità: la prima per Mazepin, sanzionato di 15 posizioni per il contatto in curva 2 con Aitken a Sochi. La seconda per Raghunathan, inflittagli al termine delle prove libere per un’errata procedura di partenza, il quale partirà dalla pit lane.

Primo tentativo qualifiche f2 abu dhabi

Al semaforo verde quindici dei venti piloti della griglia lasciano la pit lane, ad eccezione di Aitken, De Vries, Latifi, Mazepin e Schumacher i quali restando ai box optano per una strategia differente.

Il primo a lanciarsi è Sette Camara, autore del miglior tempo al termine della sessione di prove libere, il quale con il crono di 1:50:277 va ad occupare la prima posizione. Prima casella che gli viene tolta prima da Delétraz (1:50:237) e successivamente da Ilott (1:50:128).

Ghiotto si ferma in quinta casella con il tempo di 1:50:858. Dopo il primo giro lanciato, la top10 si presenta nel seguente modo: Ilott, Deletraz, Sette Camara, Matsushita, Ghiotto, Zhou, King, Markelov, Isaakyan, Alesi.

A 20 minuti dal termine della sessione, Latifi e De Vries scendono in pista così come Aitken e Schumacher. Mazepin ancora una volta resta fermo al box. Con il secondo giro lanciato, nessuno riesce a migliorarsi. Nel mentre i quattro piloti su strategia diversa effettuano il loro primo giro veloce insidiando le prime dieci posizioni della classifica: De Vries quarto subito scavalcato da Latifi, neo promosso pilota titolare in Williams per il prossimo anno. Aitken settimo, Schumacher ottavo.

Tutti i piloti fanno ritorno in pit lane. La top10 provvisoria vede: Ilott, Deletraz, Sette Camara, Latifi, De Vries, Matsushita, Aitken, Schumacher, Ghiotto, Zhou.

Secondo tentativo

A quasi 8 minuti dalla bandiera a scacchi, i piloti ritornano in pista con l’eccezione di Raghunathan che decide di restare ai box. De Vries si migliora con il tempo di 1:50:288, purtroppo sufficiente soltanto per risalire di una posizione.

Sette Camara è il primo a scendere sotto il muro dell’1:50 e si prende la prima posizione con il crono di 1:49:751 che gli varrà la pole position. Deletraz subito dietro con un distacco di 180 millesimi, subito superato da Ilott alle spalle del brasiliano soltanto per 89 millesimi.

Il pilota della Prema Sean Gelael si gira nella penultima curva causando una bandiera gialla nell’ultimo settore che difatti impedirà al resto della griglia di migliorare la propria posizione. Inoltre, la vettura gli si spegne di traverso proprio all’inizio della corsia che porta in pit lane.

Soltanto Sette Camara, Ilott, Deletraz, Matsushita e De Vries i quali erano davanti – in termini di posizioni in pista – al pilota indonesiano riescono a migliorare i propri tempi. Da valutare il cinese Zhou che prende la quinta posizione proprio durante l’esposizione della bandiera gialla.

Niente da fare per l’italiano Ghiotto, il quale resta in undicesima posizione. Alla bandiera a scacchi, la top10 è la seguente: Sette Camara, Ilott, Deletraz, Matsushita, Zhou, De Vries, Latifi, Aitken, Mazepin, Schumacher.

 

qualifiche f2 abu dhabi
Foto FIA F2

 

Seguici su Instagram!

F2 | La Ferrari Driver Academy svela i piloti al via nel 2020, Ticktum verso la DAMS

mm

Mariangela Picillo

Studentessa di ingegneria meccanica. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.