F2 | GP Bahrain, qualifiche – Pole di Tsunoda. Errore per Schumacher, sotto investigazione, che partirà dal fondo!

Tsunoda conquista l’ultima pole della stagione, mentre per i due contendenti al titolo di Campione è una qualifica da dimenticare: Ilott soltanto nono; errore e contatto con un’altra vettura per Schumacher. Il tedesco è sotto investigazione e sarà costretto a partire dal fondo della griglia. f2 qualifiche bahrain

f2 qualifiche bahrain
Foto FIA F2

Ultima qualifica della stagione, ultimo round decisivo per l’assegnazione del titolo di Campione di Formula 2. Troviamo una novità in griglia con Ralph Boschung a sostituire Aitken per la promozione in F1 con il team Williams. Soltanto quattordici i punti a dividere Mick Schumacher e Callum Ilott con il destino di questo campionato sempre più incerto. f2 qualifiche bahrain

E’ Tsunoda a prendersi l’ultima pole position del 2020 al termine di una qualifica da dimenticare per Ilott e Schumacher: il primo non è riuscito a qualificarsi oltre la nona piazza; peggio fa il secondo che sarà costretto a partire dal fondo della griglia dopo un contatto con Nissany. Il tedesco figlio d’arte è sotto investigazione insieme al pilota israeliano e vedremo se ci saranno ulteriore conseguenze.

Primo tentativo f2 qualifiche bahrain

Scatta il verde per l’ultima qualifica di questa stagione: piloti in pista. Soltanto i due della Prema, tra cui il leader della classifica Mick Schumacher, decidono di adottare una strategia diversa attendendo ancora qualche minuto in pitlane. Il primo a segnare un tempo di nota è Mazepin, neo promosso in F1 il prossimo anno con il team Haas, con 1:03:480; il russo viene superato da Lundgaard e dal suo 1:03:198. Ilott, invece, termina il suo primo tentativo in terza posizione, diventata quarta per mano di Tsunoda, autore del primo tempo nelle prove libere, che va a occupare la seconda piazza.

Al termine del primo giro lanciato, abbiamo in top10: Lundgaard, Tsunoda, Mazepin, Ilott, Daruvala, Markelov, Zhou, Pourchaire, Alesi, Boschung. Mazepin si migliora ancora, scende sotto l’1:02 e si prende la prima posizione, seguito ancora una volta da Lundgaard a 51 millesimi e Sato. Sale anche Deletraz, quarto. Si fanno vedere Daruvala, secondo a 9 millesimi, e Ticktum, quinto.

Iniziano i primi problemi di traffico. A 20 minuti dal termine i due piloti Prema scendono in pista. Drugovich, che precedentemente aveva abortito il giro dopo una scodata, migliora costantemente fino alla terza posizione. Mick Schumacher procede nei giri di riscaldamento, arrivando a farne ben 3. Viene segnato 1:02:676 da Tsunoda il quale sale in prima posizione confermando il feeling con questo tracciato.

Con la maggior parte dei piloti ai box, i due Prema tentano di approfittare della pista più libera: tuttavia, Schumacher solo sedicesimo mentre Shwarztman undicesimo. Ricordiamo Ilott settimo.

A metà sessione abbiamo: Tsunoda, Mazepin, Daruvala, Drugovich, Lundgaard, Ticktum, Ilott, Deletraz, Zhou e Shwarztman che migliora ottenendo la decima piazza. Schumacher non riesce a concludere un buon giro, restando sedicesimo.

Curiosa la strategia in casa Prema: Shwarztman per ben due giri ha potuto usufruire dell’effetto scia da Mick mentre quest’ultimo ne ha avuto beneficio soltanto nell’ultimo settore del suo ultimo tentativo quando ormai Robert stava già rallentando. In sostanza, una scia ininfluente.

Secondo tentativo

Pourchaire e Markelov anticipano il secondo tentativo, seguiti successivamente dal resto della griglia. In questo caso, la Prema decide di adottare la strategia degli altri. La gestione del traffico sarà un fattore determinante. Buon tentativo di Shwarztman che sale in quarta posizione.

Viene esposta bandiera gialla nel primo e nel secondo settore a quattro minuti dal termine, tramutata subito in bandiera rossa: Ghiotto insabbiato in curva 3 dopo un testacoda. Quasi tutti i piloti non stavamo migliorando, ancora impegnati nel giro di riscaldamento. Tra i contendenti al titolo: Ilott nono e Schumacher diciottesimo.

Riparte la sessione: tanto, troppo traffico! Tsunoda commette un errore in frenata e va in bloccaggio il quale difatti gli rovina questi ultimi minuti concitati. Schumacher si migliora nel corso del giro ma, nel tentativo di sorpasso di Nissany, il tedesco chiude troppo presto la traiettoria: contatto ruota a ruota con la vettura dell’israeliano che salta sull’ala posteriore della monoposto del tedesco: bandiera gialla! La sessione si chiude sotto regime di un’altra bandiera rossa.


I primi dieci per la Feature Race saranno: Tsunoda, Mazepin, Daruvala, Shwarztman, Drugovich, Lundgaard, Markelov, Ticktum, Ilott e Deletraz. Schumacher partirà dal fondo.

f2 qualifiche bahrain
Foto Live Timing FIA F2

 

f2 qualifiche bahrain
Foto Live Timing FIA F2

AGGIORNAMENTO:

  1. Sotto investigazione il contatto tra Schumacher e Nissany;
  2. Nessuna conseguenza per i piloti coinvolti.

 

Seguici sui nostri social (facebook, instagram, twitter)

Seguici anche su Telegram

F1 | UFFICIALE: Mick Schumacher in Haas nel 2021

Mariangela Picillo

Studentessa di ingegneria meccanica. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.