F2 | GP Silverstone: Ilott vince la Feature Race e si porta in testa al campionato

La Feature Race del GP di Silverstone di Formula 2 ha visto Ilott trionfare davanti a Lundgaard e Aitken. Shwartzman ottavo, domani partirà in pole ma perde la vetta della classifica iridata. Il resoconto della gara

Ilott vincitore
Foto: FIA Formula 2 (Twitter)

Giro di formazione regolare. 29 giri. Bene Ilott al via, male Lundgaard che perde posizioni. Piquet rimane fermo in griglia, Samaia va larghissimo. Ghiotto tampona leggermente Mazepin e Deletraz ne approfittaper guadagnare la settima piazza. Al terzo giro Lundgaard fa segnare il giro più veloce. Ticktum largo all’uscita delle Becketts e Aitken ne approfitta. Al quinto giro Schumacher tenta l’attacco a DRS aperto su Ticktum, superandolo dopo un lungo duello. Anche Mazepin, con gomma dura, prende la posizione con Ticktum che è in difficoltà.

Shwartzman, al sesto giro, supera Zhou e si posiziona in ottava piazza. Occhio però che c’è Ticktum davanti al pilota russo, e Zhou ne approfitta per attaccare Shwartzman, che poco dopo sfila anche lui Dan Ticktum.

Al settimo giro parte il valzer dei pit stop con Lundgaard, Aitken, Ticktum, Tsunoda, Matsushita, Armstrong e Ghiotto che si fermano. Ancora una volta sfortunato Luca Ghiotto, che ha problemi nel fissaggio della posteriore destra. Ilott rientra ai box nel giro successivo, così come anche Deletraz.

Piquet intanto è partito, e ha un giro di ritardo sul leader della corsa (all’ottavo giro è Mick Schumacher), e una sorte diversa è toccata a Gelael che ha chiuso la sua gara al sesto giro.

La nona tornata si apre con il giro più veloce di Lundgaard, successivamente battuto da Ticktum.

Un largo di Mazepin, che evita di tamponare Schumacher, apre l’undicesima tornata. Il giro più veloce è di Ilott, che supera senza problemi Markelov salendo in nona posizione.

Al tredicesimo giro un lieve calo di Shwartzman lo stabilizza sui tempi di Schumacher e Mazepin. Ilott, invece, guadagna la bellezza di 7 decimi sul pilota tedesco leader della corsa. Un giro più tardi Ilott ingaggia un duello con Nissany, riuscendo a superarlo all’esterno della curva Stowe.

Aitken sorpassa Markelov al quindicesimo passaggio, ci prova anche Ticktum ma deve accodarsi. Un giro più tardi ci riprova e si affianca anche Deletraz, che sorpassa entrambi i piloti portandosi in dodicesima piazza. Gelael, che era ripartito, prosegue la sua agonia: rientra ai box e si stabilizza in 22esima posizione.

Al giro 20 Schumacher rientra ai box, seguito da Nissany e Alesi. Al giro successivo tocca a Drugovich e Daruvala fermarsi ai box, e poi alla 22esima tornata sono Shwartzman e Zhou a fermarsi per il cambio gomme obbligatorio.

Giro veloce di Daruvala al 23esimo passaggio, con Shwartzman che supera facilmente Ticktum e conquista l’ottava piazza. Alla tornata successiva Zhou fa segnare il giro più veloce, poi conquistato da Daruvala, e rientra in zona punti per poi superare Drugovich e portarsi in nona piazza.

Gran sorpasso di Mazepin alla Stowe su Schumacher, il pilota russo alla 25esima tornata sale in sesta posizione. Due giri più tardi il pilota russo arriva negli scarichi di Tsunoda e supera anche il pilota giapponese in orbita Red Bull

Mazepin arriva negli scarichi di Deletraz all’ultimo giro, ma il pilota elvetico non molla. Ci riprova Mazepin a DRS spalancato, questa volta ce la fa, e Deletraz si accoda in quinta posizione.

Bandiera a scacchi per Callum Ilott, che vince e si porta in testa al campionato, seguiro da Lundgaard e Aitken. Shwartzman, che chiude in ottava posizione, scende al terzo posto in classifica iridata, ma domani partirà dal palo.

F3 | GP Silverstone – Trionfo per Sargeant, Vesti limita i danni

mm

Beppe Dammacco

Appassionato di motori dalla nascita, tifoso della Ferrari fino al midollo, seguo F1, WRC, WEC, Formula E, MotoGP e SBK. Sogno di trasformare la mia passione per la scrittura giornalistica in un lavoro, nel frattempo scrivo per vari siti web