F2 | GP Italia: Matsushita vince la feature race, rimonta di De Vries. Raghunathan a punti

Matsushita vince la feature race. Luca Ghiotto, straordinario, rimonta e si porta in seconda posizione. Terzo posto per un altrettanto straordinario Nyck De Vries, che è partito ultimo. Primo punto in carriera per Mahaveer Raghunathan che arriva decimo

Matsushita feature race
Foto: FIA Formula 2 (Twitter)

Manca poco al via del giro di formazione, come di consueto vi racconteremo questa feature race in cui il ricordo di Anthoine Hubert è ancora vivo grazie anche agli adesivi presenti su tutte le vetture.

Diciassette vetture sullo schieramento. Mancano una Arden (il compianto Anthoine Hubert non è stato sostituito), una Charouz (stesso discorso per Juan-Manuel Correa, attualmente in ospedale) e una Trident (Ralph Boschung ha dovuto cedere la vettura ad Alesi, la cui vettura è sotto sequestro).

Sono previsti 30 giri. Nyck De Vries è stato retrocesso in ultima posizione per una penalità, e la gara partirà in ritardo, alle 17:00, a causa delle bandiere rosse nelle qualifiche di Formula 1.

Tutto è pronto a Monza, nel tempio della velocità, per la feature race. Sarà una gara tutta da vivere.

Mancano pochi secondi al giro di formazione, i meccanici si stanno allontanando dalle vetture e i motori iniziano a rombare

Parte il giro di formazione. Tutte le vetture hanno preso il via regolarmente.

Ilott raggiunge la sua piazzola

De Vries raggiunge lo starting grid. Semafori

Via. Ottima partenza di Ilott che mantiene la prima posizione. Matsushita sale in terza posizione, Ghiotto partito tredicesimo raggiunge l’ottava piazza e De Vries supera Calderon, Raghunathan e Sato

Giro 2 Zhou lungo in Prima Variante. Deletraz è il primo ritirato: si tocca con King e finisce in testacoda in Prima Variante. Gara finita per lui

Giro 3 De Vries straordinario, supera Alesi e si porta alle spalle di Gelael in undicesima posizione. Mazepin rientra ai box per cambiare l’alettone rotto e le gomme. Pit stop rocambolesco, i meccanici non erano pronti

Giro 4 Battaglia in casa Dams per la terza posizione. Ilott allunga e tiene lontano Matsushita

Giro 5 Matsushita supera Ilott, Sette Camara è in difficoltà con le gomme e Ghiotto supera Zhou, che perde la posizione anche su King

Giro 6 Mazepin si sdoppia, va al sorpasso su Ilott. Bandiere gialle nel secondo settore: Tatiana Calderon si gira in seconda variante

Giro 7 Inizia il valzer dei pit stop: si fermano Ilott, Sette Camara, Zhou, Gelael e Sato. Finisce la gara di Tatiana Calderon

Giro 8 Dentro Matsushita, Latifi, De Vries e Raghunathan. Grande frenata di Latifi che va al bloccaggio in entrata ai box

Giro 9 Ghiotto è in testa, seguito da King, Schumacher, Aitken e Alesi, ma questi cinque piloti devono fermarsi ai box. Zhou supera Latifi e Sette Camara, con quest’ultimo che perde la posizione anche su Latifi

Giro 10 Battaglia tra King e Schumacher, con il pilota tedesco che conquista la seconda posizione

Giro 11 Battaglia per l’ottava posizione tra Zhou, Latifi e Sette Camara.

Giro 12 Giro record di De Vries in 1:35.411. Team radio di Latifi: “Dobbiamo superare Zhou”

Giro 13 Latifi all’attacco di Zhou, contatto alla Roggia con il cinese che perde gomma e il canadese che rompe e buca anche la sua gomma. De Vries parte all’attacco di Sette Camara e Ilott parte all’attacco di Matsushita

Giro 14 Latifi rientra per sostituire l’ala anteriore. Schumacher ha problemi, si fa superare da King, Aitken e Alesi

Giro 15 Schumacher si allarga e gira lentamente. Zhou rientra ai box e scende dalla sua vettura. De Vries si affianca a Sette Camara alla Roggia ma va lungo e restituisce la posizione. Grande rischio per lui

Giro 16 Siamo a metà gara. Ghiotto, King, Aitken, Alesi e Schumacher non si sono ancora fermati per la sosta obbligatoria

Giro 17 De Vries continua l’attacco su Sette Camara. Il brasiliano finisce lungo in Prima Variante. Schumacher cede le posizioni a Matsushita e Ilott. Rischio per De Vries che perde la vettura alla Roggia ma la riprende subito

Giro 18 Schumacher rientra ai box, si controlla la sua vettura nelle pance. Probabilmente ripartirà

Giro 19 5 secondi di penalità per Sette Camara. Finisce la gara di Schumacher, che però resta nell’abitacolo

Giro 20 Alesi rientra ai box, esce in nona posizione

Giro 21 Ghiotto ai box. Sosta lunghissima per lui, problemi con la pistola e la anteriore sinistra. Il pilota italiano della UNI-Virtuosi rientra in settima posizione

Giro 22 King ai box, rientra in ottava posizione. Ghiotto sale in sesta posizione ancora una volta si potrebbe ribattezzare il team in UNI-(poco)Virtuosi

Giro 23 Aitken rientra ai box, ed esce in nona posizione alle spalle di Giuliano Alesi. Vola una bandella dalla vettura di Matsushita

Giro 24 De Vries quatto quatto è risalito in terza posizione e cerca di avvicinarsi ad Ilott, che perde terreno su Matsushita

Giro 25 Ghiotto fucsia, sta martellando e distruggendo le gomme. Ilott è ufficialmente in crisi con le gomme

Giro 26 Sette Camara nel mirino di Luca Ghiotto. Ilott frustrato in radio con il suo ingegnere. 5 giri al termine

Giro 27 Nuovo giro veloce di Ghiotto. De Vries supera facilmente Ilott in fondo al Rettifilo, all’ingresso della Prima Variante. Ghiotto è nello scarico di Sette Camara

Giro 28 Ghiotto supera Sette Camara sul Rettifilo. Il pilota italiano parte all’inseguimento di Callum Ilott superandolo alla Variante Ascari

Giro 29 Nuovo giro veloce di Ghiotto, che non si accontenta della terza posizione e supera anche Nyck De Vries alla seconda di Lesmo

Giro 30 Ilott è sulle tele. Sette Camera tenta l’attacco su Ilott. Schumacher, che è rientrato in gara, fa segnare il giro record ma è 14esimo. Ilott perde la posizione su Sette Camara alla seconda di Lesmo

Bandiera a scacchi Matsushita vince la feature race, e in radio esclama “Grazie ragazzi” al suo ingegnere, l’italiano Daniele Rossi. Luca Ghiotto, straordinario, rimonta e si porta in seconda posizione. Terzo posto per un altrettanto straordinario Nyck De Vries, che è partito ultimo. Primo punto in carriera per Mahaveer Raghunathan che arriva decimo

F2 & F3 | De Vries squalificato, griglia rivoluzionata in Formula 3

mm

Beppe Dammacco

Appassionato di motori dalla nascita, tifoso della Ferrari fino al midollo, seguo F1, WRC, WEC, Formula E, MotoGP e SBK. Sogno di trasformare la mia passione per la scrittura giornalistica in un lavoro, nel frattempo scrivo per vari siti web