F2 | GP Italia, qualifiche – Pole per Ilott, che si riavvicina alla testa della classifica. Malissimo Shwartzman, Schumacher KO

Callum Ilott ottiene la pole a Monza e, con Shwartzman solo 16°, può sperare di riprendersi la vetta della classifica. Tsunoda in prima fila, ottimo terzo Luca Ghiotto. Mick Schumacher finisce le sue qualifiche contro le barriere della Variante Ascari. F2 Formula 2 Italia.

F2 Formula 2 Italia
Credit: italiaracing

Come prevedibile, le 22 vetture della serie cadetta escono dai box tutte accorpate. Nessuno vuole stare davanti, tutti cercano di stare il più vicino possibile alla vettura che li precede, in modo da poter sfruttare la scia sui lunghi rettilinei di Monza. F2 Formula 2 Italia.

E’ ancora una volta il secondo tentativo, quando cioè la pista è in condizioni migliori, ad assegnare la pole position. Una sessione di qualifica che ha del clamoroso, se si pensa che in 20 sono racchiusi nello spazio di 7 decimi!

Alla fine del primo tentativo, c’è Mick Schumacher in pole provvisoria in 1:32.277, con pochi millesimi di vantaggio su Lundgaard.

Ma il suo tempo viene reso vano quando Callum Ilott (UNI-Virtuosi) stampa 1:31.929 con il secondo set di gomme. Crono che non verrà battuto da nessuno. L’inglese dell’Academy Ferrari dimostra di avere un rapporto speciale con il circuito brianzolo. Proprio qui, nella passata stagione ha conquistato la prima pole in carriera in Formula 2 ed un anno dopo la storia si ripete. Una pole che gli vale anche 4 punti in classifica che gli permettono di riportarsi a soli 6 punti da Robert Shwartzman (Prema).

Sessione da dimenticare per il per il leader della classifica. Già nel primo tentativo, il russo ha trovato le bandiere gialle ed ha dovuto alzare il piede per il lungo di Marino Sato (Trident) alla prima variante. Nel secondo tentativo, gli tocca la medesima sorte: questa volta la causa è il compagno di scuderia Mick Schumacher, che finisce a muro all’uscita della Variante Ascari a 2 minuti dal termine. La bandiera rossa e la fine della qualifica sono la logica conseguenza.

Il pilota russo sarà chiamato ad una difficile rimonta dalla sedicesima casella. Il figlio d’arte partirà invece dal settimo posto.

Un campionato che si fa davvero interessante se si pensa che, accanto ad Ilott, parità il terzo della classifica, Yuki Tsunoda (Carlin). Il giapponese non è più una sorpresa e si sta dimostrando un vero asso del giro secco: ancora una partenza dalla prima fila, dopo le pole ottenute a Spa ed al Red Bull Ring.

Ottima prova nella gara di casa per Luca Ghiotto (Hitech): il pilota di Arzignano partirà dalla terza casella. Al suo fianco, un ritrovato Christian Lundgaard (ART Grand Prix), che va a caccia di riscatto, dopo due weekend molto complicati.

In terza fila troviamo la sorpresa di giornata: l’israeliano della Trident, Roy NIssany, affiancato da un altro dei protagonisti di questo campionato, Nikita Mazepin sulla seconda vettura del team Hitech.

La Feature Race di Monza è programmata per le 16:45 di sabato.

 

Credit: twitter Formula 2

 

F1 | Analisi tecnica GP Italia – Ali scariche nel tempio della velocità

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari