F2 | GP Spagna – Matsushita vince la Feature Race

Nobuharu Matsushita vince la Feature Race, prima gara del weekend di Formula 2, da Barcellona. Gara caotica, soprattutto nel finale a tempo. Il resoconto della gara

Matsushita vincitore
Foto: FIA Formula 2 (Twitter)

Nobuharu Matsushita ha vinto a sorpresa la Feature Race da Barcellona, chiusa prima del tempo con tre Safety Car e un ultimo giro d’inferno, dopo lo scadere del tempo, in cui la classifica è stata letteralmente stravolta contro ogni pronostico. L’ordine di arrivo al termine della gara:

Cronaca in diretta Feature Race di F2

 L’ARTICOLO SI AGGIORNA AUTOMATICAMENTE

Bandiera a scacchi Matsushita vince la Feature Race, seguito da Shwartzman e Zhou. Ilott chiude in quinta posizione, Mazepin che taglia il traguardo per terzo è penalizzato e scende in tredicesima posizione. Ghiotto chiude in ottava posizione, domani sarà in pole position. Vi ringraziamo per aver seguito ancora una volta questa gara sul nostro sito, appuntamento a domani mattina con la Sprint Race. Un cordiale saluto, a domani!

Ultimo giro Ilott all’attacco di Tsunoda, ma perde posizioni su Mazepin, Zhou e Tsunoda

-0:35 SC La Safety Car rientrerà alla fine di questo giro. Il tempo sta per scadere, quindi ordine di arrivo soltanto da formalizzare. Un solo giro dopo lo scadere del tempo

-1:45 SC A questo punto il risultato sarà senza dubbio congelato, così come la classifica in questo momento. La vettura di sicurezza è in pista, e soltanto ora che manca un minuto viene portata via la vettura di Nissany

-2:55 SC Disastro ai box per Nissany, alettone anteriore rotto e anteriore destra avvitata male le cause del suo incidente

Giro 32 Matsushita e Shwartzman, a DRS spalancato, superano Tsunoda. Nissany a muro, Safety Car in pista. Si va a tempo, 4 minuti rimanenti

Giro 31 La regia mostra il replay di un contatto tra Samaia e Nissany

Giro 30 Ilott si affianca a Tsunoda, e Mazepin va fuori. Matsushita si affianca a Ilott e conquista la posizione, Ilott perde la vettura e ne approfitta Shwartzman che conquista la terza posizione. Zhou intanto si affianca a Mazepin ma si accoda

Giro 29 Bandiera verde Buono l’elastico di Tsunoda. Schumacher riesce a sorpassare Aitken guadagnando la sesta posizione. Differenza abissale tra Ilott e Tsunoda, ma occhio a Matsushita che è vicino al pilota inglese che ha perso la vettura in curva 9 riuscendo magicamente a riprendere il controllo della vettura

Giro 28 SC 10 giri al temine, proseguono le operazioni per mettere in sicurezza la vettura di Giuliano Alesi. La vettura di sicurezza rientrerà alla fine di questo giro

Giro 27 SC Drugovich ai box, perde la testa della gara a favore di Tsunoda che non rientrerà ai box. TR del pilota giapponese: “Restiamo fuori, andiamo per la vittoria”

Giro 26 SC Rientrano ai box Ilott, Mazepin, Shwartzman, Ticktum e tanti altri piloti, che approfittano della vettura di sicurezza per fare la seconda sosta

Giro 25 Bandiere gialle nel secondo e terzo settore, contatto tra Alesi e Gelael con il francese della HWA che rimane fermo a bordo pista. Coinvolti anche Daruvala e Lundgaard. Safety Car in pista

Giro 24 Ilott torna in testa, sorpassa facilmente Mazepin. Lotta a 3 tra Matsushita, Drugovich e Shwartzman con il pilota russo che sembrava essere davanti a tutti ma deve accodarsi, grazie a una spelendida finta di Drugovich

Giro 23 15 giri al termine. Ilott supera Ticktum sul rettilineo principale. Schumacher viene chiamato ai box per la sosta a fine giro

Giro 22 Anche Dan Ticktum si lamenta delle gomme in radio. Adesso è questione di sopravvivenza in pista

Giro 21 Schumacher e Mazepin sono in crisi di gomme. Ilott supera anche Markelov. Drugovich fa segnare il giro più veloce

Giro 20 Sorpasso di Ilott su Matsushita, adesso il britannico è a circa 16 secondi da Schumacher. La pressione al posteriore di Ilott aumenta, quindi il pilota della UNI-Virtuosi perde un po’ di grip

Giro 19 Zhou ancora all’attacco, questa volta su Sato, riesce a sorpassare il pilota nipponico a DRS spalancato. Mick Schumacher intanto è in difficoltà, gira in 37.3, e anche Nikita Mazepini, in seconda posizione, fa segnare tempi simili

Giro 18 Graining sulle gomme di Callum Ilott. Guanyu Zhou sorpassa facilmente Giuliano Alesi, rientrando in zona punti

Giro 17 23,5 secondi separano Mick Schumacher da Callum Ilott. Il pilota tedesco della Prema deve ancora effettuare la sosta ai box, a differenza del britannico della UNI-Virtuosi

Giro 16 Shwartzman supera Giuliano Alesi, ma perde circa mezzo secondo al giro su Ilott. Schumacher rischia tantissimo andando largo in curva 8 e rischiando di perdere la vettura in ghiaia. La correzione alla guida gli fa perdere 1,5 secondi

Giro 15 Ilott sorpassa Alesi e Shwartzman si libera di Sato. Schumacher ha ancora 13 giri da fare prima di fermarsi ai box

Giro 14 Schumacher TR: “Abbiamo un buon vantaggio su Ilott”. Shwartzman intanto perde la posizione su Marino Sato

Giro 13 Drugovich, che era in seconda posizione, rientra ai box e torna in pista undicesimo, alle spalle di Shwartzman

Giro 12 Nuovo giro veloce per Callum Ilott, che ha 30 secondi di ritardo da Schumacher e circa 1,5 secondi di vantaggio su Shwartzman

Giro 11 Ilott fa segnare il giro più veloce e guadagna due decimi su Shwartzman

Giro 10 Ai box Ilott, che rientra in undicesima posizione davanti a Shwartzman. Problemi ai box per Zhou, con la vettura che scende con l’anteriore destra non ancora fissata

Giro 9 Sosta ai box di Robert Shwartzman, abbastanza veloce nel complesso. Schumacher è vicinissimo a Ilott

Giro 8 Ilott prende la vetta, sorpasso a DRS spalancato su Shwartzman. Occhio anche a Schumacher, che rischia il contatto sul compagno di squadra che è in crisi di gomme, e torna lo spettro della scorsa gara

Giro 7 Zhou fa segnare il giro più veloce. Inizia il valzer dei pit stop con Tsunoda, Aitken e Deletraz che rientrano ai box. Sosta lenta per Jack Aitken, il meccanico dell’anteriore sinistra deve addirittura cambiare pistola

Giro 6 Tsunoda sorpassa di forza Aitken tra curva 2 e 3. Schumacher sembra essere il pilota più veloce in pista

Giro 5 Fuori dalla zona DRS Ilott, Shwartzman l’ha portato a 1 secondo di distacco

Giro 4 Giro più veloce di Shwartzman, che allunga su Ilott portando il distacco a 8 decimi

Giro 3 Bandiera verde Buono l’elastico di Shwartzman, che riesce a mantenere la vetta della corsa, bene anche Ilott che non perde molto dal pilota russo e allo stesso tempo tiene un discreto vantaggio su Schumacher

Giro 2 SC Il gruppo è compatto alle spalle della vettura di sicurezza. Il replay mostra il grande bloccaggio di Shwartzman al via sulla anteriore sinistra. La Safety Car rientra a fine giro

Giro 1 Via! Splendida partenza di Shwartzman, Ilott e Schumacher che sono subito ruota a ruota sul rettilineo. Staccata violentissima del pilota russo della Prema che ottiene la prima posizione, Schumacher invece deve accodarsi a Ilott e deve difendersi da Zhou. Armstrong finisce nella ghiaia in curva 4, Safety Car in pista

Formation Lap Callum Ilott guida il serpentone delle vetture, percorso da tutti in maniera regolare. Il pilota della UNI-Virtuosi si appresta a schierarsi nella sua piazzola, seguito da Shwartzman, Zhou e gli altri. Arriva anche la Medical Car, Sventola la bandiera verde, semafori

ore 16:45 Tutto è pronto, parte il giro di formazione

ore 16:43 Callum Ilott, leader della classifica iridata, partirà in pole position seguito da Robert Shwartzman. Prima fila targata FDA e siamo già in lotta per il campionato

ore 16:40 Amici di F1inGenerale, un cordiale saluto e benvenuti al racconto della Feature Race di Formula 2, primo atto del weekend spagnolo per la serie cadetta

La cronaca partirà alle 16:40

Formula 3 | GP Spagna – Vince Hughes, Nannini in pole per gara 2

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

mm

Beppe Dammacco

Appassionato di motori dalla nascita, tifoso della Ferrari fino al midollo, seguo F1, WRC, WEC, Formula E, MotoGP e SBK. Sogno di trasformare la mia passione per la scrittura giornalistica in un lavoro, nel frattempo scrivo per vari siti web