F2 | GP Toscana: Lundgaard vince la Sprint Race e riapre la lotta al titolo

Lundgaard vince la Sprint Race del GP di Toscana davanti a Deletraz e Vips. Il danese si porta al terzo posto nella classifica iridata davanti a Shwartzman, che ha chiuso fuori dai punti. Ghiotto vittima di un incidente. Il resoconto della gara

Ghiotto e Mazepin. Vince Lundgaard

Giro di formazione regolare. Al via buona partenza di Lundgaard e Markelov, malissimo Vips, ottimo lo spunto di Schumacher che prova a uscire dal rettilineo in terza posizione ma deve alzare il piede per evitare il contatto con Vips e scende in quinta piazza.

Ticktum, sfortunato, rientra ai box all’inizio del secondo giro. Shwartzman partito ultimo è salito in sedicesima posizione. Giro veloce di Lundgaard al terzo passaggio, nelle retrovie duello tra Shwartzman e Zhou con il russo che ha la megio e sale in quindicesima posizione.

Alle spalle di Markelov sono tutti in zona DRS, e dal quinto giro inizia una battaglia tra Vips, Schumacher, Drugovich, Armstrong, Ghiotto e Mazepin. Alla tornata successiva Deletraz supera Markelov conquistando la seconda posizione e Ghiotto, agguerrito, supera Armstrong e si mette negli scarichi di Drugovich.

Al settimo giro Vips supera Markelov, ma i due si toccano e Vips deve riaccodarsi a Markelov, che riprende la terza posizione. Al successivo passaggio Ghiotto supera Drugovich e Mazepin supera Armstrong. Adesso il pilota italiano è alle spalle del leader della classifica iridata, Mick Schumacher.

Shwartzman apre il nono giro sorpassando Piquet, Ilott a sua volta sale in undicesima posizione superando Sato. Al giro successivo Vips supera Markelov e Schumacher si avvicina al pilota HWA, superandolo qualche metro più avanti.

Markelov risponde a Schumacher all’inizio del giro successivo, e si avvicina anche Ghiotto che attacca il tedesco della Prema. Markelov non riesce più a tenere la vettura in pista, si tocca con Ghiotto che perde la posizione su Mazepin, e rientra ai box

Al tredicesimo giro Ilott attacca e supera Armstrong, conquistando la nona posizione, e più indietro si concretizza una battaglia a tre per la dodicesima posizione con protagonisti Sato, Zhou e Shwartzman. Tsunoda supera Marcus Armstrong alla quattordicesima tornata, e Shwartzman supera Sato restando alle spalle di Zhou.

Il quindicesimo giro si apre con il tentativo di sorpasso di Ghiotto su Mazepin, con il russo che chiude la porta al compagno di squadra e il pilota italiano rimane sollevato su due ruote. Virtual Safety Car, approfittano della situazione Samaia, Tsunoda e Alesi che rientrano ai box.

Problemi al fissaggio della posteriore destra per Alesi, a cui non sta andando bene nulla in questa stagione. Bandiera verde al diciassettesimo giro, e Mazepin rientra ai box. Ritiro per Giuliano Alesi, che in maniera alquanto surreale vede la sua gara terminare.

Duello in casa UNI-Virtuosi tra Zhou e Ilott, con il cinese che al diciottesimo giro passa in sesta posizione. Duello anche tra Shwartzman e Armstrong, con il pilota russo che finisce largo prendendosi un rischio enorme e scende in undicesima posizione.

Zhou supera Daruvala al ventesimo giro, salendo in quinta piazza, e contatto tra Tsunoda e Drugovich con il giapponese che danneggia l’ala anteriore e vede esposta per lui la bandiera nera disco arancio. Vips ha nel mirino Deletraz al giro successivo, ma occhio a Shwartzman che supera Armstrong e si avvicina a Drugovich.

Ottima difesa di Deletraz che, al ventiduesimo giro, risponde all’attacco di Vips. Ilott supera Daruvala portandosi in sesta posizione, e Shwartzman sale in nona posizione. L’ultimo giro si avvia con una battaglia tra Nissany, Armstrong e Drugovich con quest’ultimo che perde posizioni. Zhou prova l’attacco su Schumacher ma senza successo.

Lundgaard passa per primo dalla bandiera a scacchi davanti a Deletraz e Vips. Il danese si riporta in lotta per il titolo, superando addirittura Robert Shwartzman in classifica mondiale.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F3 | GP Mugello РOscar Piastri ̬ campione! Vince Lawson, Pourchaire ̬ terzo

mm

Beppe Dammacco

Appassionato di motori dalla nascita, tifoso della Ferrari fino al midollo, seguo F1, WRC, WEC, Formula E, MotoGP e SBK. Sogno di trasformare la mia passione per la scrittura giornalistica in un lavoro, nel frattempo scrivo per vari siti web