F2 | GP Ungheria, Shwartzman vince una Feature Race nel segno dei russi

Robert Shwartzman vince incredibilmente la Feature Race e intona una canzone in napoletano alla radio. L’astro nascente della FDA precede uno straordinario Nikita Mazepin, autore di una rimonta stratosferica, e Mick Schumacher, suo compagno di squadra e di Ferrari Driver Academy

Shwartzman Binotto
Foto: FIA Formula 2 (Twitter)

Robert Shwartzman è il vincitore di una Feature Race splendida, chiusa davanti al suo connazionale Mazepin, autore di una rimonta stratosferica, e a Mick Schumacher. Inno russo e italiano sul podio per il pilota della Prema e della FDA.

Cronaca in diretta della Feature Race di F2

L’ARTICOLO SI AGGIORNA AUTOMATICAMENTE

Bandiera a scacchi Shwartzman vince la Feature Race con 15 secondi di vantaggio su uno straordinario Mazepin. Terzo Mick Schumacher, primo tra i piloti con la strategia delle gomme sbagliata. Shwartzman canta “O surdato ‘nnamurato” in radio al suo ingegnere, e Mattia Binotto si complimenta con il nuovo astro nascente di casa Ferrari

Giro 37 Ultimo giro. Drugovich supera molto facilmente Daruvala alla prima curva. Shwartzman è davanti a tutti con 18 secondi di vantaggio su Mazepin

Giro 36 Nikita Mazepin sorpassa in maniera straordinaria Mick Schumacher. Zhou e Deletraz continuano a darsele. Drugovich continua a insidiare Daruvala

Giro 35 Mazepin all’attacco di Ghiotto, supera facilmente il compagno di squadra dopo aver fatto segnare il giro più veloce. Daruvala e Drugovich hanno superato Zhou, adesso Drugovich va all’attacco di Daruvala che a sua volta va all’attacco di Ilott

Giro 34 Occhio a Ghiotto e Mazepin: il pilota russo sta volando verso il pilota italiano cercando podio e giro veloce

Giro 33 Straordinario Mazepin che ne supera due in un colpo: prima Deletraz e poi anche Zhou. Brutta manovra di Deletraz che chiude troppo su Zhou e tocca la UNI-Virtuosi del pilota cinese

Giro 32 Mazepin supera Ticktum e Daruvala, Deletraz va a cercare Zhou che è in crisi di gomme. Mazepi va all’attacco di Deletraz

Giro 31 Shwarzman supera Schumacher sul rettilineo ed è in testa. Fenomenale Robert Shwartzman, che adesso deve gestire la gomma che ha già dei segni di graining

Giro 30 Superato anche Ilott, Shwartzman va all’attacco di Schumacher. Ghiotto supera Ilott tenendo giù il piede

Giro 29 Mazepin rientra ai box ed esce alle spalle di Daruvala. Shwartzman va all’attacco di Ghiotto e Ilott, superando facilmente il pilota italiano

Giro 28 Rientra Shwartzman che riparte lentamente e va al bloccaggio in uscita dalla pitlane. Si accoda a Luca Ghiotto. 10 giri al termine

Giro 27 Drugovich rientra ai box. Shwartzman paradossalmente gira con gomme andate meglio di Schumacher, Ilott, Ghiotto e Zhou

Giro 26 Zhou mette Ghiotto nel mirino. Occhio a Shwartzman, che deve ancora rientrare e avrà a disposizione gomma morbida fresca da sfruttare al massimo

Giro 25 Continua la crisi profonda delle gomme. Non c’è una costante dei tempi, e paradossalmente le gomme medie durano meno delle morbide. Shwartzman, Mazepin e Drugovich devono ancora effettuare la sosta obbligatoria

Giro 24 Ipoteticamente Shwartzman si fermerà tra quattro giri, a giudicare dal team radio. Zhou salta sul cordolo e subisce colpi sul fondo piatto

Giro 23 Shwartzman continua con le gomme medie che monta dalla partenza. 15 giri al termine

Giro 22 Ghiotto va all’attacco di Ilott. Ticktum va lungo e perde la posizione anche su Piquet. Ghiotto ha 3 giri di gomma in meno, e questo visto il degrado notevole può fare la differenza

Giro 21 Ghiotto e Zhou vanno all’inseguimento di Zhou. Occhio a Zhou, che inizia a essere in crisi di gomme

Giro 20 Gelael è fermo ai box. La sosta ha un sentore di ritiro

Giro 19 Deletraz supera Ticktum. Problemi per il pilota della Dams che continua a perdere posizioni

Giro 18 Schumacher supera facilmente Ilott alla staccata di curva 1. Tsunoda rientra ai box con l’alettone anteriore demolito per un contatto con Matsushita

Giro 17 Zhou supera Ticktum. Shwartzman ha problemi alla gomma anteriore sinistra. Gran bloccaggio di Samaia che va lungo in curva 1 bloccando l’anteriore sinistra

Giro 16 Grande sorpasso di Ghiotto su Ticktum a DRS aperto in curva 1. Occhio a Zhou, che si è portato nello scarico di Ticktum

Giro 15 Sotto investigazione il contatto tra Lundgaard e Ghiotto. Ghiotto ci prova su Ticktum, va alla staccata ma si deve accodare per la staccata di Ticktum. Nessun provvedimento per Ghiotto e Lundgaard, come anche per Markelov e Armstrong

Giro 14 Ghiotto va a insidiare Ticktum, è molto vicino al pilota della Dams

Giro 13 Schumacher rientra ai box, esce davanti ad Ilott, Ticktum e Ghiotto. Ilott conquista la posizione sul pilota tedesco, Zhou e Piquet superano Deletraz

Giro 12 Deletraz rientra ai box, Piquet fa segnare il giro più veloce

Giro 11 Armstrong si ritira definitivamente. Ai box Ghiotto e Zhou. Ilott sfila Ghiotto in uscita dai box, anche Ticktum supera facilmente il pilota italiano. Lundgaard si ferma ai box con problemi al cambio, fumata bianca dal posteriore, ritiro per lui

Giro 10 Shwartzman continua a perdere terreno su Zhou. La differenza di mescola si fa sentire. Schumacher e Ghiotto continuano a girare in pista

Giro 9 Schumacher giro record. Ai box Aitken, Piquet, Alesi e Tsunoda

Giro 8 Bruttissima ripartenza di Gelael dai box. Schumacher è in testa

Giro 7 Bandiera varde Ticktum rientra ai box. Shwartzman intanto conquista la quarta posizione ma fatica a tenere il passo degli altri. Ilott e Gelael rientrano ai box

Giro 6 SC La Safety Car rientra a fine giro

Giro 5 SC Anche Armstrong ha l’anteriore sinistra bucata e l’alettone rotto. Probabilmente gara finita anche per lui

Giro 4 Bandiera verde Buona la ripartenza di Ilott che mantiene la vetta. Ghiotto supera Lundgaard, che va lungo e spiattella, poi tocca la posteriore destra di Ghiotto bucando la sua anteriore sinistra. Markelov per evitare la vettura tocca Armstrong e finisce a muro. Safety Car nuovamente in pista

Giro 3 SC Il replay mostra meglio l’incidente tra le due Trident, entrambe fuori gara. La Safety Car rientrerà alla fine del giro

Giro 2 Contatto tra Nissany e Sato alla prima staccata, con il pilota israeliano della Trident che va lungo e sperona il compagno di squadra giapponese. Safety Car in pista. Daruvala, poco prima del botto, è andato largo alla penultima curva ed è rientrato in maniera piuttosto rischiosa

Giro 1 Via! Buona partenza di Ilott, meno buona di Ghiotto che perde le posizioni su Ticktum, Schumacher e Lundgaard. Nessun contatto da segnalare, tutto regolare fino a questo momento

ore 16:45 Via al giro di formazione. Tutte le vetture prendono il via regolarmente, anche se Samaia in ultima piazza ha una piccola esitazione. Ci aspettano 37 giri da percorrere entro 60 minuti. Tutti sono schierati nelle rispettive piazzole

ore 16:43 Ilott partirà davanti a Luca Ghiotto. Il leader della classifica iridata, Shwartzman, partità undicesimo

ore 16:40 Ci siamo, tra pochi minuti prenderà il via la Feature Race dall’Hungaroring, terzo appuntamento del Campionato Mondiale di Formula 2

La cronaca partirà alle 16:40

F3 | GP Ungheria – Pourchaire vince una Gara 1 spettacolare

mm

Beppe Dammacco

Appassionato di motori dalla nascita, tifoso della Ferrari fino al midollo, seguo F1, WRC, WEC, Formula E, MotoGP e SBK. Sogno di trasformare la mia passione per la scrittura giornalistica in un lavoro, nel frattempo scrivo per vari siti web