F2 | Masi: “Perché Deledda ha potuto gareggiare nonostante la sua mancata qualificazione? Ha avuto problemi alla monoposto”

Il direttore di gara della FIA, Michael Masi, ha fatto luce sul motivo per cui Alessio Deledda è stato autorizzato a gareggiare a Monaco nonostante la sua mancata qualificazione.

Masi Deledda qualificazione
credits: FIA Formula 2

Alessio Deledda, pilota di F2 italiano, ha potuto gareggiare nonostante la mancata qualificazione: il perché ce lo spiega Michael Masi.

Il pilota HWA non ha, infatti, soddisfatto il requisito di girare entro il 107% dal tempo più veloce durante la sua sessione di qualifiche. Tuttavia, dopo aver incontrato il team manager Nicola Palarchi, i commissari hanno dichiarato che Deledda avrebbe potuto prendere parte a tutte e tre le gare del fine settimana. Masi ha spiegato che gli steward hanno tenuto conto delle prestazioni di Deledda nel round di campionato precedente e dei problemi che ha avuto con la sua vettura a Monaco. “Gli steward, dopo aver parlato con Deledda e il suo team, hanno dato un’occhiata alla sua monoposto“, ha spiegato Masi. “Hanno convocato il team e questi hanno spiegato di aver avuto problemi meccanici con quella macchina per tutto il fine settimana. In aggiunta a ciò, hanno dato uno sguardo alla partecipazione dell’evento precedente, che ha soddisfatto tutti i criteri. E su questa base, gli hanno permesso di partire in fondo alla griglia, il che è a discrezione che hanno gli steward “.


Leggi anche:

F1 | GP Monaco – Wolff sul pit stop di Bottas: “Sono incredulo, una cosa del genere non capita nemmeno nei miei peggiori incubi” [VIDEO]


Deledda si era qualificato per il round di apertura della stagione in Bahrain. Ma a oltre un secondo e mezzo da qualsiasi altro pilota; ma essendo comodamente entro il 107% del tempo più veloce era riuscito a qualificarsi. Nessuna giustificazione per la decisione di consentire a Deledda di partecipare alla gara è stata fornita giovedì dai commissari. “Il perché non abbiano messo il motivo non lo so, non ero nella stessa stanza degli steward e quindi non posso approfondire questo“, ha detto Masi.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.