F3 | GP Italia – Hughes conquista Monza in Gara 2, Pourchaire super rimonta

Vittoria HWA con Jack Hughes, poi Lawson. Fantastica la prova di Pourchaire, era 18°al primo giro. Piastri ritirato, out anche Sargeant e Vesti, così si riapre il mondiale. F3 GP Italia

F3 GP Italia
Monza corona Hughes in Gara 2 – foto: Jake Hughes via Twitter

Se c’è una cosa di cui gli appassionati possono starne certi è che quando il Motorsport fa tappa sul tracciato brianzolo non manca mai una buona dose di spettacolarità e di emozione. Specialmente in un weekend di certo anomalo per la mancanza di pubblico, ma assolutamente vivo ed avvincente come si è potuto vedere sia per la Feature Race di sabato mattina che per la Sprint Race appena conclusa. F3 GP Italia

Che Spettacolo

Sprint Race ad alto tasso di adrenalina quella che è andata in scena alle 9.45 di questa mattina. Gara che si accende subito con uno spunto di Zendeli a replicare quello di Mick Schumacher ieri pomeriggio; il tedesco di Trident si prende di forza la prima posizione ai danni di Belov, partito discretamente bene ma costretto ad accodarsi al rookie col #10.

Ritmo serratissimo nelle prime tornate con un Fittipaldi in grande spolvero; il nipote del grande Emerson è pimpante, affamato e prova in tutti i modi a rendere difficile la vita da leader a Zendeli. Sorpassi, contro sorpassi, all’esterno prima, all’interno poi. Accade di tutto, e l’indice di spettacolo non fa altro che ringraziare. Prima il brasiliano che disegna all’esterno un bel sorpasso al driver di Trident, poi Lirim che non fa attendere troppo la sua risposta: al rettifilo prende tutta la scia, il DRS lo agevola e firma la controbattuta al pilota di HWA in Prima variante. F3 GP Italia

Se davanti ci si diverte, c’è da immaginare cosa succede a centro gruppo. Sargeant che partiva dalla tredicesima fila è già a due posizioni dal podio. Pourchaire prova a dimenticare l’errore in uscita della Roggia che gli costa uno scivolone in P 17. PREMA fresca di mondiale costruttori conquistato 24 ore prima, vede i suoi tre alfieri giocarsi ancora un posto importante, soprattutto se nella mente c’è ancor prima della vittoria, la conquista della classifica.

Allora mentre Fittipaldi è costretto al ritiro per la posteriore sinistra bucata nel contatto con Zendeli e Beckmann accusa noie al motore, per Sargeant e Piastri si fa più sicura la posizione in classifica. il poleman Pourchaire è in fase di rimonta, fa di tutto per limitare un danno clamoroso che si ripercuote sempre più, giro dopo giro, sul suo status in graduatoria generale.

PREMA, tutti fuori, e si riapre lo scenario

Hughes ormai è lontano, Lawson lo insegue ma il colpo di scena arriva al giro 10, dove un contatto in Prima variante costringe al ritiro Belov e Piastri. Non finisce diversamente per Sargeant e Vesti: a pochi giri dalla bandiera a scacchi ecco il contatto tra i due compagni di squadra. La colpa sembra essere dello statunitense che allargandosi troppo in entrata di Ascari, tocca l’ala di Vesti danneggiandola e bucando il pneumatico posteriore.  F3 GP Italia

Dopo 22 giri è Hughes a tagliare per primo il traguardo, secondo Lawson e terzo, inaspettatamente per come stavano andando le cose, l’ ART di Pourchaire. Il francese rientra dunque in lotta per la classifica riducendo la distanza dal leader Piastri di 26 punti.
Suicidio sportivo invece per i ragazzi della squadra di Grisignano.

Monza poteva assicurare una lotta mondiale a due, invece ha riaperto la questione più che mai. Ma si sa, è la Pista Magica e da lei può accadere di tutto. F3 GP Italia

F3 GP Italia

F3 GP Italia

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Rebranding per Renault: dal 2021 si chiamerà Alpine F1

Marco Passoni

Progettato nel 1997, fotografo e studente di Comunicazione, Media e Pubblicità alla IULM. Ho sempre voluto lavorare nel mondo della Formula 1 sin da bambino e spero un giorno di arrivarci come responsabile comunicazione o marketing. Instagram: @marcopasso18