F3 | GP Mugello – Oscar Piastri è campione! Vince Lawson, Pourchaire è terzo

Egemonia Hitech con Lawson a vincere gara 2; missione compiuta per Piastri che sul circuito toscano si forgia del titolo di campione del mondo. Rimonta da manuale per Pourchaire ma per il francese il gradino più basso del podio non basta. F3 GP Mugello

F3 GP Mugello
Piastri conclude 7° ma è campione per soli 3 punti

Oscar Piastri è ufficialmente campione di Formula 3. Al talento australiano bastano i 4 punti del 7° posto per concludere in classifica generale davanti ad uno straripante Pourchaire, 3° stamattina. Per il #1 di PREMA c’è da festeggiare, anche se la corsa non ha dimostrato quanto Oscar ha fatto vedere durante la stagione. F3 GP Mugello

La Gara

Al Mugello si è vista la partenza più “calma” della stagione; almeno fino alla San Donato. Neanche a farci caso, ecco che si crea un clamoroso contatto tra Sargeant e Zendeli, che mette fuori dai giochi il tedesco e fuori dalla corsa al campionato lo statunitense, che prova ad uscire dal ghiaione della Luco ma con esiti negativi. F3 GP Mugello

Triello che diventa un affare a due quindi, tra PREMA ed ART, tra Piastri e Pourchaire. Alla ripartenza post Safety Car il #7 francese è più sveglio e sopravanza il #1 del team italiano. Da quel momento Pourchaire diventa imprendibile; gira circa 5 decimi più veloce del diretto avversario ed i sorpassi a Smolyar e Fittipaldi sono l’effetto della grande voglia del diciassettenne di prendersi il titolo.

Allora mentre Lawson gira con ritmi tutti suoi (è imprendibile e mai inquadrato dalla regia internazionale) e Pourchaire continua a martellare costantemente giro dopo giro, Piastri che si trova a 5 posizioni dietro l’ART che potrebbe soffiargli all’ultimo il titolo sembra galleggiare  in un brutto sogno. Impassibile, guarda per più di metà gara cosa accade davanti a lui senza mai del tutto agire.

Oscar al miglior pilota dell’anno…ma non della gara

Lo zero di Sargeant forse lo ha adagiato troppo o probabilmente lo ha convinto a star tranquillo lì dove stava, in una comfort zone (non troppo comfort) tra Vesti e Doohan. La scelta di gestire le gomme e mantenerle per il finale ha avuto esiti positivi, certo, ma l’inferiorità del classe 2001 di Melbourne rispetto ai primi 4 sull’asfalto del Mugello è arrivata vicina a fargli perdere l’obiettivo.

Sotto la bandiera a scacchi

Al termine dei 21 giri che concludono questa stagione particolare di Formula 3, é Liam Lawson a terminare in testa, davanti a un ottimo Beckmann e al pilota del giorno, Theo Pourchaire. Fittipaldi è 4° poi Verschoor e Hughes 6°. Piastri 7°, Fernandez 8°, Vesti 9° e Smolyar 10°

Oscar Piastri si laurea campione con 164 punti, a tre lunghezze di vantaggio da Pourchaire che conclude a 161. F3 GP Mugello

Le parole del campione a fine gara

Sono molto stanco, è stata una gara difficile, dopo due settimane intense. Mi spiace per Logan (Sargeant), non volevo che finisse così il campionato; ho avuto una buona partenza ed ho gestito i tempi.”

La chiave del campionato è stata la consistenza, abbiamo cercato di gestire tutti i problemi, poi le situazioni. Ieri è stato frustrante arrivare undicesimo e mi spiace molto per Sargeant perché è stato molto veloce nella seconda parte di campionato.”

F3 GP Mugello

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F3 GP Mugello

F1 | Elkann: “Fiduciosi per ciò che ci aspetta, siamo impegnati sul futuro”

Marco Passoni

Progettato nel 1997, fotografo e studente di Comunicazione, Media e Pubblicità alla IULM. Ho sempre voluto lavorare nel mondo della Formula 1 sin da bambino e spero un giorno di arrivarci come responsabile comunicazione o marketing. Instagram: @marcopasso18