F3 | Penalità per Piastri, Sargeant e Lawson dopo la Sprint Race a Monza

Fioccano penalità nel dopo gara di F3 a Monza, con ben cinque piloti coinvolti, anche in vista della prossima corsa al Mugello

Penalità F3
Foto by: F3

Non ci sono state solo due manche spettacolari a Monza prima del finale al Mugello. Come accaduto ieri a Ticktum in F2, le penalità post-gara non sono mancate in F3. E questa volta, ben cinque piloti sono coinvolti nelle decisioni dei commissari. Partiamo da Liam Lawson, giovane dell’Academy Red Bull e della scuderia Hitech. Il neozelandese ha ricevuto 10 secondi di penalità per aver forzato Lirim Zendeli fuori pista mentre erano diretti alla prima chicane. F3 penalità Monza

Un brutto colpo per lui, che si vede retrocesso dal secondo al settimo posto, dietro al debuttante del Bwlgio Pierre-Luois Chovet. Theo Pourchaire guadagna così la seconda piazza, e il compagno Smolyar la terza, che gli regala il primo podio in F3. Il vero problema per Lawson riguarda la classifica piloti. La perdita della terza posizione ai danni proprio di Pourchaire potrebbe compromettere non di poco le sue chance di vittoria del titolo.

I piloti Prema Piastri e Sargeant, già fuori gara domenica, vengono ulteriormente penalizzati per il round conclusivo in Toscana

Dalla padella alla brace per Oscar Piastri e Logan Sargeant. I due piloti Prema, che si stanno giocando il Mondiale F3, non sono stati esenti da altre penalità. Dieci secondi all’australiano leader del campionato, che si converte in una perdita di cinque posizioni in griglia per il Mugello, per aver forzato David Beckmann fuori pista in curva cinque. Il conseguente ritiro del tedesco è senza dubbio la goccia che ha fatto traboccare il vaso, e gli stewards non hanno esitato a penalizzare Piastri.

Dal canto suo, Sargeant ha innescato una collisione col compagno Frederik Vesti, che gli costerà tre posizioni per la gara sul circuito toscano. Clement Novalak, pilota Carlin, ha subito la stessa sorte di Piastri per essere entrato in collisione con quest’ultimo in curva due, mentre Bent Viscaal subisce addirittura la squalifica. Un errore di un suo meccanico nel riattacare il suo volante quando non era permesso ha determinato la sua esclusione dalla graduatoria finale.

Simone Casadei

I sogni bisogna inseguirli da giovani. Quella che ora è solo pura passione, cercherò di trasformarla al più presto nella mia vita, nel mio lavoro.