F3 World Cup – Daniel Ticktum è il re di Macao! Sollievo per Sophia Florsch, protagonista di un terribile incidente.

Daniel Ticktum domina e vince la 65esima edizione del Gp di Macao. Con un ritmo forsennato mostrato fin dal giovedi tra prove libere, qualifiche e qualification race, la vittoria di Ticktum oggi non è mai stata messa in discussione nonostante l’intervento di due safety car e una bandiera rossa durata per più di un’ora. Gp Macao

Daniel Ticktum – Foto: www.macau.graprix.gov.mo

I nuovi colori della Red Bull hanno subito portato fortuna a Dan Ticktum: per il secondo anno consecutivo, è il Campione di Macao. Dopo aver perso il Titolo della Formula 3 europea a favore di Mick Schumacher, Ticktum ha trovato la giusta occasione per riscattarsi.

A partire dalle prove libere del giovedì, il giovane pilota dell’Academy Red Bull ha impostato un ritmo difficilmente messo in discussione tant’è che negli ultimi giri della gara odierna ha segnato dei tempi da qualifica tra lo stupore di tutti.

Un gara che è stata combattuta realmente soltanto negli ultimi otto minuti finali a causa di due safety car e una bandiera rossa durata per ben più di un’intera ora.

Allo spegnersi dei semafori, i primi quattro piloti vanno in bagarre ma ad avere la peggio sono Eriksson e Illot che perdono le rispettive posizioni di partenza; nell’ordine, dopo le prima curve abbiamo: Ticktum, il quale mantiene la leadership, Fenestraz, Eriksson e Illot.

Intanto nelle retrovie, il pilota Marino Sato va largo nella curva Lisboa ed impatta contro le barriere danneggiando completamente il lato sinistro della monoposto. Nel mentre, Frederik Vesti sbaglia completamente traiettoria andando con il muso contro le barriere –  sempre alla Lisboa -, generando un tamponamento a catena con altre tre monoposto.

Pessima partenza per Jüri Vips che da settimo scivola in decima posizione, nonostante le ottime premesse della qualification race di ieri. Il pilota della Ferrari Academy, Ilott perde anche la quarta posizione sopravanzato da Jake Hughes.

Ottimo spunto iniziale di Mick Schumacher il quale cerca di guadagnare posizioni ma viene bloccato verso ogni traiettoria dalle macchine presenti davanti. Protagonista di un bel ruota-a-ruota con Ilott, deve accodarsi mantenendo la sua sesta posizione iniziale.

 

Entra subito la Safety Car per permettere ai commissari di spostare le monoposto incidentate.

Al giro 13, la Safety Car rientra e la lotta per la seconda pozione continua tra Fenetraz ed Eriksson con il primo che ha la meglio. La Classifica vede: Ticktum, Fenetraz, Eriksson, Hughes, Ilott, Schumacher, Aron, Amstrong, Vips e il Rookie of the Year F3 Shvartzman.

.

Nel corso del giro, l’inquadratura torna alla curva Lisboa: la monoposto del pilota Tsuboi contro le barriere;e quella di Sophia Florsch bloccata tra le recinzioni distrutte a bordo pista con il muso rivolto verso il cielo. Immediatamente esposta la bandiera rossa.

 

Foto: Immagine di Sky

Nel giro di rientro in pitlane, sotto regime di bandiera rossa, Vips sorpassa Armstrong guadagnando l’ottava posizione. Questo episodio verrà chiarito dai piloti stessi durante la bandiera rossa: alla ripartenza, Vips restituirà subito la posizione ad Armstrong.

.

Il regime di bandiera rossa dura più di un’ora con la preoccupazione maggiore rivolta alle condizioni di Sophia Floresch;data la gravità dell’incidente. Con una dinamica ancora da chiarire,;la FIA ha pubblicato un comunicato dichiarando la pilota “stabile e cosciente”. Trasportata in ospedale per accertamenti, le è stata diagnosticata una frattura spinale e, nella giornata di domani, dovrà subire un’operazione.

.

La gara riparte sotto Safety Car a 11 giri dalla fine. Al suo rientro, Eriksson attacca Fenetraz all’interno di curva 1 per la seconda posizione e Schumacher si trova addirittura in quarta.

Bagarre tra Hughes e Schumacher per il quarto posto a favore del primo e – questa volta legalmente – tra Vips e Armstrong per l’ottava.

A otto giri dal termine, Eriksson segna il giro veloce per mettere pressione alla leadership di Ticktum,;il quale rilancia a sua volta siglando lui il giro veloce.

.

Il numero dei giri viene sostituito dal tempo mancante al termine della gara,;vista la durata ad oltranza della bandiera rossa. Il pilota Enaam Ahmed, a causa di un sovrasterzo in uscita curva, va a sbattere contro le barriere;e la gara continua sotto regime di bandiere gialle. Entra la Safety Car per permettere lo spostamento della vettura;e a sei minuti dal termine della gara, rientra.

Ticktum ormai sembra imprendibile: a pochi minuti dal termine, inizia a segnare tempi da qualifica. Eriksson non deve far altro che accodarsi e guardare negli specchietti.

Inizia l’ultimo giro che vede soltanto il sorpasso di Vips ai danni di Ilott;e la cavalcata vittoriosa di Ticktum verso la sua seconda vittoria consecutiva al Gp di Macao.

Completano la Top Ten: Eriksson, Fenestraz, Hughes, Schumacher, Aron, Vips, Ilott, Armstrong, Shvartzman.

Fonte: unknown

 

AGGIORNAMENTO: Sono stati aggiunti 40 secondi al tempo finale di Juri Vips per il sorpasso in regime di bandiera rossa ai danni di Armstrong.

WEC | 6 ore di Shanghai: Toyota trionfa fra pioggia e bandiere rosse

F3 World Cup – Daniel Ticktum è il re di Macao! Sollievo per Sophia Florsch, protagonista di un terribile incidente.
Lascia un voto
mm

Mariangela Picillo

Studentessa di ingegneria meccanica, amo la velocità e il rosso dall'età di 3 anni. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.