Formula 1Interviste

F1 | Masolin sulla polemica Bobbi-Valsecchi: “Vi spiego come l’ho vissuta”

Federica Masolin è tornata sul controverso episodio che ha visto coinvolti Davide Valsecchi e Matteo Bobbi lo scorso anno, che ha poi portato alla sospensione dei due commentatori per un GP

Nonostante non sia più ”fisicamente” presente nel paddock di Formula 1, è inevitabile che il nome di Federica Masolin riecheggi nella mente degli appassionati, con la conduttrice milanese che ha però anticipato che farà ancora parte della narrazione del circus, seppur in un ruolo diverso rispetto a quello ricoperto negli ultimi dieci anni. 

Federica Masolin è tornata sul controverso episodio che ha visto coinvolti Davide Valsecchi e Matteo Bobbi © OA Sport

La Masolin non è però l’unica ad aver abbandonato la conduzione a partire da questa stagione, ma anche Davide Valsecchi, entrato a far parte del team di commento di Sky Sport nel 2013, ha salutato l’emittente televisiva, mentre Matteo Bobbi è l’unico rimasto presente nel suo ruolo, insieme ovviamente alla prima voce Carlo Vanzini.

Proprio Valsecchi e Bobbi sono finiti nell’occhio del ciclone lo scorso anno, a causa di uno scambio di battute infelici tra i due in diretta, che ha destato grande indignazione sui social e non solo, e che ha portato Sky a prendere la decisione di sospenderli per un Gran Premio come misura punitiva. 

Ospite del podcast ”Passa dal BSMT” di Gianluca Gazzoli, la Masolin, che in quella occasione ha cercato di fare da spartiacque, è tornata sull’episodio: ”Come l’ho vissuta? Non benissimo il dopo, nel senso che non pensavo si potesse scatenare tutto questo clamore”.

”La verità è che io li conosco molto bene, sia Matteo che Davide. Voglio molto bene ad entrambi, Davide è mio fratello, quello pasticcione, quello che devi sempre tenere in riga. Matteo è un ragazzo così per bene, così a modo, che in realtà non l’ho percepita in quel momento come un’offesa al genere femminile”.


Leggi anche: F1 | Ferrari fa shopping in casa Red Bull: chi sono i tre tecnici braccati da Vasseur


”Io sono una ragazza, quindi lungo da me dell’essermi sentita offesa. Ma lì per lì io ho detto, ragazzi andiamo avanti, datemi qualcosa. Io li conosco bene, e so che non c’era nessun tipo di malizia o voglia di andare oltre”.

”La sensibilità degli altri noi non la conosciamo, quindi poi loro si sono scusati ovviamente. Ma è stata una leggerezza dettata dal fatto che come dicevamo prima siamo un gruppo di amici, siamo una famiglia. Quando fai tante ore di diretta poi arrivi magari alla fine, era veramente la fine della diretta di una giornata molto lunga”.

”Era tutt’altro che una frase denigratoria, era una frase da bar se vogliamo, una cosa che vuoi lasciarti andare coi tuoi amici e lo fai se sei nella totale confidenza del momento. Io ho sofferto per loro. Ho sofferto perché ho detto ‘non se lo meritano. Non si meritano tutto questo accanimento”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter