Fernando Alonso ad un passo dall’annuncio in IndyCar?

Cosa farà Fernando Alonso l’anno prossimo? È la domanda che si pongono non solo dei fans della F1, ma anche di quelli di tutto il motorsport. Alonso IndyCar

Fernando Alonso IndyCar

Le implicazioni della sua decisione potrebbero generare effetti a catena in diversi sport. Dopo tutto, Fernando Alonso è il pilota che ha convito il WEC a spostare una delle gare della SuperSeason solo per garantire la sua presenza.

Ormai non è più un segreto che Alonso punta a vincere la 500 Miglia di Indianapolis in modo da conquistare la leggendaria terza corona. “Quando hai conquistato Monaco, Le Mans e te ne manca una il richiamo è forte, ora la 500 miglia di Indianapolis è una priorità ma staremo a vedere se sarà il prossimo anno o nei prossimi dipende anche da cosa mi riserva in futuro la Formula 1″, aveva dichiarato dopo la vittoria della 24h di Le Mans.

È difficile immaginare che Fernando Alonso si impegni in un altra stagione di F1, la McLaren non sembra essere una contendente al campionato, almeno nel breve periodo, e lui stesso ha smentito alcuni rumors assurdi su un possibile passaggio alla Red Bull.

Il sesto round della SuperSeason WEC si svolgerà a Sebring il 16 marzo, lo stesso giorno delle qualifiche del Gran Premio d’Australia 2019. Il pilota spagnolo si è sempre rifiutato di rispondere a domande sul 2019, ma ha deviato la conversazione confermando che non guiderà con le gomme da 18 pollici della stagione 2021. “Non sarò qui nel 2021, al massimo proverò le gomme da 18 pollici dal divano di casa… nel videogioco”, ha affermato Alonso.


Alonso è sempre rimasto coerente sui tempi della sua decisione. La sua decisione dovrebbe arrivare entro la pausa estiva della Formula 1, il 26 agosto a Spa-Francorchamps.

Per Fernando Alonso sono passati più di cinque anni dall’ultima vittoria in F1 (Spagna 2013) ed è difficile vederlo in un team capace di lottare per la vittoria, per non parlare del terzo titolo mondiale, la prossima stagione.

Quando Alonso si unì alla McLaren sperava in una collaborazione vincente con Honda come quella tra fine anni 1980 e inizio anni 1990. Tuttavia le sue aspettative furono disattese, tanti ritiri causati dall’affidabilità dei motori ibridi giapponesi. Nel 2017 il peso dello spagnolo all’interno della McLaren ha guidato il team al divorzio con Honda e alla fornitura Renault. Anche in questo caso Alonso sperava che i risultati sarebbero stati al livello della Red Bull, potenzialmente in grado di conquistare qualche podio. Neanche questo modesto obiettivo è stato centrato.

Con la rimozione di Eric Boullier dal ruolo di direttore sportivo McLaren, il team sta intraprendendo un programma di ristrutturazione che potrebbe richiedere degli anni per iniziare a raccogliere risultati. Alonso sarà disposto ad aspettare così a lungo per tornare a vincere?

Probabilmente l’unica certezza del futuro di Alonso sarà la partecipazione all’Indy500 2019, ma lo spagnolo non ha escluso la partecipazione all’intera stagione.

È realistica questa opzione?

Fare una gara una tantum come la 500 Miglia di Indianapolis è una cosa, ma sfidando le stelle affermate di IndyCar per un campionato, su piste quasi del tutto sconosciute, Alonso potrebbe avere più da perdere che da guadagnare.

Negli ultimi anni Alonso ha criticato la Formula 1, un campionato dominato sempre dalle stesse squadre che rende le gare prevedibili. Quest’anno l’IndyCar ha avuto sette diversi vincitori con cinque squadre diverse, quindi questa potrebbe essere una bella sfida per il 2 volte campione del mondo. Infine non è da sottovalutare la questione economica, tanti sponsor americani sono pronti ad accogliere Alonso in IndyCar.

 

F1 Analisi | Alonso – Sognando l’america in un altro anno difficile

Fernando Alonso ad un passo dall’annuncio in IndyCar?
Lascia un voto
mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.