Formula 1Interviste

F1 | AMR24, Alonso suona la carica dopo la prima giornata al simulatore

Fernando Alonso ha condiviso le prime sensazioni dopo aver testato la AMR24 al simulatore, con Aston Martin che vuole migliorare la già impressionante stagione passata

A 42 anni suonati, Fernando Alonso ha ancora la grinta e l’entusiasmo di un ragazzino. Questo è ciò che traspare dal video pubblicato da Aston Martin poche ore fa, nel quale lo spagnolo ha condiviso le prime sensazioni dopo aver testato la AMR24 al simulatore. Forte già di una ottima base di partenza con la AMR23 (nonostante il calo sul finale del 2023), la scuderia di Silverstone vuole alzare ancor di più l’asticella quest’anno, puntando ad impensierire i quattro top team.

Alonso AMR24 simulatore
Alonso, sensazioni già positive sulla AMR24 dopo la prima giornata al simulatore © Alamy

Alonso già carico per la nuova stagione

”Quando si è al simulatore, la concentrazione è la cosa principale”, esordisce il due volte campione del mondo. ”Bisogna essere molto precisi. La precisione e l’attenzione che si devono avere al simulatore sono estreme e devono essere simili a quelle dell’auto vera”.

Dopo un’intensa prima sessione al simulatore con la nuova macchina, Fernando ha descritto ha parlato delle sue sensazioni: ”Primo giorno qui, ritorno in macchina, ritorno in fabbrica”.

”L’iperconcentrazione significa dedizione totale a ciò che si fa, essere uniti ora per trasmettere a tutti il messaggio che siamo qui, che lavoriamo 24 ore su 24, sette giorni su sette e che siamo pronti per la nuova stagione. Tutti stanno dando il 100%. Il 2023 è stata una stagione incredibile e il 2024 sarà ancora meglio”.

Lo stesso entusiasmo è stato condiviso anche da Mike Krack pochi giorni fa, con il team principal che ha intenzione di lottare per risultati ancor più prestigiosi nell’immediato futuro: I risultati ottenuti nel 2023 sono stati eccezionali. Tutti devono essere orgogliosi del loro contributo”.


Leggi anche: F1 | Red Bull, la RB20 fa già paura: “Già raggiunti gli obiettivi prefissati”


”L’anno scorso ci sono stati molti punti alti e anche un paio di punti bassi, ma per la maggior parte si è trattato di punti alti. Non dobbiamo dimenticare ciò che abbiamo raggiunto; soprattutto dove siamo ora, rispetto a dove eravamo prima”.

”È stato un passo importante nel nostro percorso, ma la strada da percorrere è ancora lunga. Non siamo ancora un leader affermato, ma la direzione in cui stiamo andando è quella. Siamo pienamente concentrati sul raggiungimento delle nostre ambizioni a lungo termine: lottare per ottenere regolarmente punti, podi e la nostra prima vittoria verde“.

Alonso insegue ancora la fantomatica vittoria numero 33, dopo essere aver sfiorato l’impresa a Monaco e dopo aver totalizzato ben otto podi nella passata stagione. La concorrenza sarà però ancor più agguerrita, con Ferrari, Mercedes e McLaren che partono con l’obiettivo di avvicinarsi il più possibile alla Red Bull.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter