Ferrari 812 Versione Speciale: zona rossa a 9500 RPM!

“812 Versione Speciale”, è questo l’oggetto della mail che ogni cliente Ferrari si è visto recapitare questo pomeriggio. In un mondo che volge all’elettrificazione, Ferrari presenta la versione cattiva dell’ 812 Superfast, con un V12 rivoluzionato da circa 830 CV a 9500 giri/min.

Design

Ma andiamo con ordine: all’anteriore troviamo un paraurti ridisegnato che a differenza della 812 “normale” ingloba i fari anteriori. Scorrendo con gli occhi il lungo cofano anteriore cattura l’attenzione una lama in fibra di carbonio che ha il compito di migliorare l’efficienza termica del propulsore.  Il vero cambiamento inizia sul lunotto posteriore, che questa volta diventa parte integrante della carrozzeria con dei generatori di vortici brevettati da Ferrari. Questi hanno il compito energizzare il flusso aerodinamico diretto al posteriore e ritardare lo stallo dello spoiler e dell’estrattore. Percorrendo tutte le curve della 812 VS si arriva al posteriore dove un enorme diffusore fa da padrone. Inedito il nuovo sistema di scarico, ribassato e posto quasi al lato del corpo vettura. Questa soluzione consente di tenere separati i flussi dei gas di scarico e quelli aereodinamici.

Propulsore

Se il design è quanto già assaporato con l’812, non possiamo dire lo stesso di questa versione speciale. Il nuovo V12 con pre-camera di combustione e un un nuovissimo sistema di fasatura delle valvole raggiunge gli 830 CV e 9500 RPM. Mai un V12 Ferrari stradale aveva raggiunto così tardi la zona rossa.

Assetto

Ma la potenza è nulla senza il controllo, ed a tenere in strada questa bestia oltre all’aerodinamica ci pensa il nuovo sistema Side Slip Control, che raggiunge la settima generazione. Le possibilità di vederla su strada sono poche, è un’auto pensata puramente per la pista, fondamentale avere un ingresso di curva diretto e veloce, garantito allora, dalle 4 ruote sterzanti – questa volta indipendenti tra di loro.

Interni

Non si distaccano di molto dalla normale, se non fosse per il tunnel centrale. Eredita dall’ F8 Tributo il nuovo selettore del cambio e la cornice che separa l’abitacolo del pilota con quello del conducente. Modificati e alleggeriti invece i pannelli porta  che come il resto della vettura sarà completamente personalizzabile su richiesta del cliente.

Ci vediamo il 5 Maggio

Con oggi Ferrari ha solo dato un’idea di quella che sarà la nuova 812 Superfast, non ha infatti ufficializzato il nome, al momento ha preferito chiamarla Versione Speciale. E lo sarà, non solo nella tecnica e nello stile, ma anche nelle vendite. Sarà infatti a tiratura limitata ed acquistabile solo da alcuni clienti Ferrari. Un affare per quello che con molte probabilità sarà l’ultimo V12 Aspirato non elettrificato. Il toto nomi è partito. C’è chi la chiama VS, chi GTO, noi vi diciamo che qualcuno ha acquistato il dominio 812imola.com – sarà un caso? Lo scopriremo solo il 5 Maggio, data della presentazione ufficiale.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Bosch e Maserati insieme: ecco il nuovo Levante Hybrid