F1 | GP Australia: duro lavoro in casa Ferrari

Nella prima giornata di prove libere del Campionato 2019 i piloti Ferrari sono scesi in pista a Melbourne per testare gli assetti di gara e qualifica. I tempi segnati da Sebastian Vettel e Charles Leclerc risultano in linea con quelli degli altri top team. Il muretto si è concentrato principalmente sulla ricerca del setup ideale per l’avvio di stagione, con carichi di benzina e programmi differenziati. Ferrari GP Australia

Ferrari GP Australia
Scuderia Ferrari

Le prestazioni della giornata odierna sembrano aver spaventato i tifosi del Cavallino. Dopo un soddisfacente run mattutino in condizioni di simulazione qualifica, dove il distacco con il leader Hamilton era ridotto a 0.038s, la simulazione passo gara ha deluso. Tuttavia, come sempre nei venerdì di gara e ancor più a inizio stagione, il pericolo di inutili allarmismi è dietro l’angolo. Non conosciamo infatti né gli assetti né i carichi utilizzati dai due team nelle sessioni di oggi, che hanno previsto un programma differenziato. Possiamo quindi solo basarci sulle sensazioni di Sebastian Vettel e Charles Leclerc, che hanno evidenziato piccole difficoltà ma sono fiduciosi rispetto all’esito del primo appuntamento stagionale.

“La notte è lunga” Ferrari GP Australia

Il quattro volte campione del mondo tedesco aveva dato prova di sé e della competitività della vettura durante i test di Barcellona. In quell’occasione aveva elogiato il lavoro degli ingegneri di Maranello, in particolare sotto l’aspetto della guidabilità della SF90. Queste sensazioni positive sono state solo parzialmente confermate a Melbourne, dove Sebastian Vettel ha lamentato qualche problema di maneggevolezza. “È come ballare con le scarpe sbagliate”, ha detto nel pomeriggio. “Ce la fai comunque, ma non bene come vorresti”. Nella serata ha elaborato le sue dichiarazioni, offrendo un bilancio più completo delle due sessioni.

“Oggi è stato divertente. Forse non eravamo veloci come probabilmente volevamo e come avremmo potuto essere, ma è venerdì, dopotutto, quindi non importa. Sono sicuro che il 1° dicembre nessuno ricorderà quanto siamo stati veloci il 15 marzo! Mi manca ancora un po’ di confidenza, non è stata una giornata facilissima per noi ma probabilmente è stato così per tutti. Non siamo ancora dove vorremmo essere non tanto in termini di tempo sul giro, ma soprattutto per feeling e maneggevolezza della vettura. Non abbiamo ancora preso le misure a questa pista così sconnessa, ma credo che domani sarà un giorno migliore. Se riusciamo a recuperare quel feeling possiamo migliorare molto sul giro secco. Alcune parti delle sessioni sono state davvero buone e da qui abbiamo deciso di iniziare a lavorare. Si tratta di mettere tutto assieme e gettare i presupposti per una giornata migliore domani. La notte è lunga e i nostri ingegneri sono bravi. Sono tranquillo”. Ferrari GP Australia

“È stata una giornata intensa” Ferrari GP Australia

L’esordio in rosso di Charles Leclerc è stato atteso e salutato con ottimismo da molti. Il giovanissimo talento monegasco, nonostante una seconda sessione deludente (chiude P9), esprime fiducia nei confronti del team e dei suoi ingegneri.

“È stata certamente una giornata intensa. Abbiamo provato gomme e differenti tipi di assetti e per alcuni aspetti sono molto soddisfatto. La prima sessione è andata meglio della seconda, forse perché nel pomeriggio si è alzato il vento e abbiamo faticato un po’ di più a trovare i giusti punti di riferimento. Dopo aver parlato con gli ingegneri, tuttavia, crediamo di aver capito dove dobbiamo migliorare e ci muoveremo in quella direzione. Abbiamo un’altra sessione di prove a disposizione nella quale metteremo in pratica le soluzioni che l’analisi dei dati ci ha suggerito in modo da essere pronti per la qualifica”.

Nel complesso, oltre ai fattori già evidenziati, è necessario prendere in considerazione la variazione delle condizioni della pista nel corso della giornata. Il circuito Albert Park, di per sé sconnesso in quanto cittadino semi-permanente, è stato investito durante la seconda sessione da forti raffiche di vento che hanno complicato il lavoro dei team. Non resta che attendere domani per l’ultima sessione di prove libere e per le qualifiche. Ferrari GP Australia

F1 | GP Australia – Mercedes riparte come aveva chiuso: davanti a tutti.


mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, studentessa di Giurisprudenza, blogger su @theracingchick. Mi occupo della redazione Endurance e GT, spesso in pista.