F1 | Ferrari: la statistica sulle pole position è impressionante (e imbarazzante!)

La Formula 1 non è solo numeri, lo sappiamo, ma per analizzare cosa accade in pista tante volte i numeri sono fondamentali. Il Gran Premio del Bahrain di domenica scorsa partiva coi migliori auspici per la rossa, con le due macchine che avevano monopolizzato anche con relativa semplicità la prima fila. Ma la conclusione non è stata altrettanto felice vista la doppietta delle Frecce d’Argento della Mercedes. Alla luce di quanto accaduto abbiamo deciso di fare una piccola analisi statistica relativa alle stagioni 2017-18 e quella in corso del 2019, gli anni cioè dove la Ferrari si è dimostrata competitiva e in corsa per entrambi i titoli e i risultati sono stati sconcertanti! ferrari pole position f1

Risultati immagini per start bahrain 2019
foto: motor sport magazine

Quanta poca concretezza per la rossa!

Abbiamo così scoperto che, nonostante il leitmotiv di questi anni sia sempre stato che la Ferrari era “una macchina da gara e non da qualifica”, quando poi le cose giravano per il verso giusto in qualifica, poche volte la squadra ha raccolto quanto seminato. Due numeri? Ferrari è partita in pole position 12 volte, e di queste ben 7 erano prime file tutte rosse. Ma le vittorie sono state solo 4 quando partiva dalla pole position e 3 quando partiva con una prima fila tutta rossa.

Tradotto in percentuali la Ferrari ha vinto solo il 33% delle volte partendo al palo (1 volta su 3) e circa il 43% delle volte partendo con una prima fila tutta rossa (meno di 1 gara ogni 2).

Significa che, in soldoni, quando Ferrari è partita in pole o monopolizzando la prima fila sono più le volte che non ha vinto rispetto a quelle che ha portato a casa il Gran Premio!

Se quello delle vittorie dalla pole position è un dato già incredibile di per sé, quello delle vittorie da prima fila tutta rossa è davvero al di là di ogni logica: una macchina che monopolizza una prima fila in qualifica è di solito una macchina superiore e che nessuno dei due piloti alla fine riesca a vincere la gara dovrebbe essere un evento raro!

Le statistiche Ferrari – Mercedes sulle vittorie partendo dalla pole position o monopolizzando la prima fila

Mercedes: solidità e concretezza indiscutibili

Al contrario di Ferrari le statistiche per Mercedes sono molto più logiche e si vede subito come il team anglo tedesco sia incredibilmente concreto: 29 pole position di cui 11 prime file tutte argento, 19 vittorie da pole position (il 65%, per cui praticamente 2 volte su 3) e 9 vittorie partendo con il monopolio della prima fila, cioè oltre l’80% delle volte, 4 volte su 5.

Conclusioni

È parere di chi scrive che questi numeri siano un indicatore di quanti errori, tra piloti e muretto, ha commesso in queste 3 stagioni la scuderia di Maranello. Non siamo quelli che puntano il dito, ma i numeri sono numeri e andando analizzare gli episodi sono stati tantissimi: testacoda o errori dei piloti, errori di strategia, problemi di affidabilità, qualche sfortuna (che però è capitata anche agli altri) ed ecco la ricetta per questo incredibile risultato. Se Ferrari vuole competere seriamente per il titolo, visto che il potenziale sembra davvero esserci, è imperativo che non commetta più errori e che faccia della concretezza un’arma e non un punto così incredibilmente debole.

MOTO2 | Mattia Pasini al via del GP di Austin con il Team Pons

mm

Federico Albano

Ingegnere Navale, appassionato di Formula 1 e tifoso Ferrari da oltre 25 anni