Ferrari Portofino M! Cambia poco fuori ma tanto dentro!

La Ferrari Portofino M può, a primo impatto, sembrare solo un restyling di metà carriera. La realtà è ben diversa, di fatto la nuova Portofino Modificata, porta con se una valanga di innovazioni. Il nuovo manettino con modalità “Race” e un inedito cambio ereditato dall’ SF90 Stradale, sono solo alcune delle novità presenti sulla nuova versione della GT 2+2 di Maranello. Cambia poco fuori, dove si notano nuovi dettagli aereodinamici tutti in funzione della massima efficienza.

Ferrari Portofino M

Motore

Rispetto la precedente Ferrari Portofino, la Ferrari Portofino M, monta un V8 di simile concezione ma oggi in grado di sprigionare fino a 620 CV e 760 Nm di coppia massima a 7500 giri/min. Un limitatore posto così in alto, grazie all’ albero motore flat plane, che lavora in sinergia con il nuovo sistema di scarico. Completamente ridisegnato, e privo di silenziatori, Ferrari è riuscita a rendere più piacevole il sound del quattro volte engine of the year. Sono state riprogettate anche le nuove valvole, che ora consentono un ricircolo più efficiente tra le fasi di scarico e di aspirazione. Anche i due turbocompressori sono inediti. Oggi affiancati da un sensore che misura i regimi di rotazione della chiocciola. Con questa soluzione sono riusciti a garantire oltre 5000 giri al minuto senza rinunciare all’affidabilità.

Ferrari Portofino M

Cambio

Il nuovo cambio a doppia frizione, ereditato dall’ SF90 Stradale e implementato della retromarcia meccanica ha consentito di aumentare la potenza trasmessa del 35% pur riducendo gli ingombri del 20%. La Ferrari Portofino M vanta inoltre la nuova generazione di ” Variable Boost Management” un software sviluppato internamente che consente di spalmare la coppia su tutte le otto marce. Sistema che garantisce la massima coppia, 760 Nm, anche in ottava marcia. Un nuovo cambio ed un motore rivisto che dialogano per offrire il massimo comfort anche nella guida urbana. La Ferrari Portofino M è in grado di viaggiare a 60 km/h in ottava marcia a 1000 rpm, ottimizzando così consumi ed emissioni.


Leggi anche: Ferrari 812 Competizione – Aperta? Ha davvero senso?


Dinamica di guida

La potenza è nulla senza il controllo, e ad aiutare i piloti meno esperti ci penserà la sesta generazione del sistema di Side Slip Control (SSC). Un sistema che recepisce le condizioni di guida e ne adatta l’elettronica di controllo del veicolo. SSC che governa FDE ovvero il controllo della dinamica laterale della vettura. Ma anche dell’ F1-TCS (Traction Control Sysytem) e dell’ Ediff, nonché la gestione del differenziale. E solo quando vi sentirete pronti, potrete ruotare il mnettino verso la nuova modalità: RACE. A quel punto tutta l’elettronica è nel vostro piede destro.

Ferrari Portofino M

 

Design

Se la sostanza della nuova Ferrari Portofino M cambia e non poco non possiamo dire lo stesso del suo design. All’ interno troviamo lo stesso disegno della plancia della Portofino “base”. Sono state riviste le imbottiture dei sedili anteriori che ora lasciano più spazio a chi sedie sul divano posteriore. Più significativi il cambio look all’esterno. Dove troviamo il solito disegno dei fari e del paraurti ma con una presa d’aria maggiorata. Sono stati posti degli sfoghi d’aria sui passaruota con l’obbiettivo di diminuire la resistenza aereodinamica. Al posteriore troviamo un estrattore ridisegnato ed in carbonio, che esalta ancor di più l’anima sportiva della vettura.

Ferrari Portofino M

7 anni di manutenzione

Ferrari non è solo sinonimo di prestazione ma anche di qualità. Con la Ferrari Portofino M la casa di Maranello garantisce 7 anni di interventi ordinari gratuiti. Un servizio esclusivo per tutti i clienti, anche chi acquista una Ferrari già immatricolata. Chiamato “Genuine Maintenance” si può godere di tutti gli interventi ordinari ogni 20 mila km. Se non percorrete tutti questi kilometri, potrete rivolgervi ad officine autorizzate massimo una volta all’anno.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Maserati MC20, tecnica del capolavoro italiano