Ferrari SP48 Unica: il sogno di un solo cliente diventato realtà

Ferrari SP48 Unica, una vettura costruita su misura: l’ultima nata della casa di Maranello dai sogni di un cliente

Ferrari, un nome, una società, vetture uniche. Ma la Ferrari SP48 Unica è veramente unica! C’è chi cerca auto esclusive, e non si accontenta di una Ferrari “comune”. Così grazie al programma Progetti Speciali del Cavallino, si realizzano i sogni più particolari dei clienti della casa di Maranello. La nuova berlinetta sportiva è stata progettata dal Centro Stile Ferrari con a capo il Chief Design Officer Flavio Manzoni sui desideri di un singolo cliente.

La SP48 Unica è una one-off d’eccellenza, a due posti che condivide piattaforma e motore con la F8 Tributo, dalla quale si discosta in alcune modifiche estetiche ispirate ai modelli più recenti. Le linee sono , moderne e più lineari rispetto a quelle del modello posto a base del progetto. L’intervento stilistico che ha toccato soprattutto la forma della calandra e delle prese d’aria per il motore, è realizzato grazie a tecniche di modellazione procedurale e prototipazione 3D.

Una F8 Tributo “rivisitata”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il frontale presenta dei  proiettori e prese d’aria dei freni riprogettati, che sulla F8 sono adiacenti ai gruppi luce principali.

Il profilo del tetto è molto particolare. La sezione centrale che sembra nascere proprio dai cristalli anteriori, ed arriva nella coda dove divide le  prese d’aria  della parte posteriore del vano motore. Lo stile è reso deciso da elementi in nero dei cristalli, del tetto e del cofano motore. Una vettura che sembra una scultura realizzata da un unico blocco. Effetto reso possibile grazie all’assenza del lunotto posteriore e del design a visiera dell’insieme parabrezza-finestratura.

Gli  ingegneri con la Ferrari SP48 Unica, come tutte le ultime vetture della casa di Maranello, hanno dedicato un’attenzione particolare all’aerodinamica e al sistema di raffreddamento. Rispetto alla F8 Tributo, sono state introdotte nuove prese per il raffreddamento del motore sia nel paraurti anteriore che sotto lo spoiler posteriore. Sul retro è chiaro il richiamo alla 296 Gtb, aggiornata con i gruppi ottici uniti da una banda orizzontale centrale, che collega lo spoiler posteriore nella parte superiore e le due prese d’aria nella parte inferiore.

Ferrari non ha mostrato immagini dell’abitacolo della  SP48 Unica ma sicuramente non differisce da quello della F8.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Raffaella Pappa

Studentessa di Giurisprudenza presso LUISS Guido Carli, amante dei motori e responsabile della redazione Automotive di F1ingenerale