Fiat Tipo 2021 – Facelift di metà carriera

Sono ormai passati 5 anni dalla presentazione della Fiat Tipo, dopo la riedizione dell’originale modello targato 1988, che vendette ben 1.905.276 esemplari. Per il 2021, il centro stile Fiat rinnova la compatta del Lingotto proponendo delle versioni inedite, tra cui la variante Cross. Ma andiamo con ordine e vediamole insieme.

Fiat Tipo 2021 - Il Restyling di metà carriera

Cosa cambia fuori?

Le novità più importanti a livello stilistico si trovano all’anteriore: cambia il logo anteriore, che ora ha il lettering FIAT tutto maiuscolo. Viene modificata anche la mascherina e il fascione paracolpi. Nuovi anche i fari, che sono completamente ridisegnati ed equipaggiati con la tecnologia full LED sia nell’anteriore sia nel posteriore. Le dimensioni della nuova Fiat Tipo si attestano su una lunghezza di 4,37 metri per la hatchback, 4,57 metri per la Station Wagon e 4,53 metri per la 4 porte tre volumi.

 

Fiat Tipo 2021 - Esterni
Fiat Tipo 2021 – Ecco come si presenta il frontale dopo il facelift

 

Come abbiamo anticipato prima, dal 2021 la Fiat Tipo prevede anche la variante City Cross e Cross, entrambe con un assetto rialzato di 4 cm rispetto alle Tipo standard, i codolini neri lungo i passaruota e le protezioni grigie integrate nel fascione anteriore. La versione Sport invece prevede una specifica personalizzazione estetica: il badge “Sport” sotto lo specchietto anteriore, la livrea Grey Metropoli e i cerchi in lega diamantati da 18”. Molti sono i dettagli in nero lucido presenti sia sulla mascherina che sui montanti anteriori, sugli specchietti e sulle maniglie.

 

Fiat Tipo 2021 - Retro
Fiat Tipo 2021 – Il retrotreno di una Tipo in colorazione rosso fuoco

Dentro com’è?

Fiat Tipo 2021 - interni
Fiat Tipo 2021 – Gli interni, ove troneggia il sistema Uconnect 5 con il display da ben 10,25″

 

Gli interni della nuova Fiat Tipo sono freschi, giovani e tecnologici: la plancia più moderna e appagante si avvale del nuovo sistema multimediale UConnect 5 con schermo di 10,25”, che supporta sia Apple CarPlay e Android Auto in modalità wireless. Rinnovato anche il volante, più compatto e con una sagomatura più ergonomica, insieme ai sedili.

Rispetto alla versione 2015 abbiamo a disposizione anche la ricarica wireless per i telefoni compatibili, le prese usb per i passeggeri posteriori e una serie di tasti multifunzione sul volante, oltre ai sensori di parcheggio anteriori e al sistema Keyless Entry/Go.

Fiat Tipo 2021 - interni
Fiat Tipo 2021 – il punto di vista del guidatore, con il nuovo volante ridisegnato e i tasti multifunzione

Tasti multifunzione che permettono la gestione dei vari ADAS, tra cui spicca il mantenimento di corsia, il sistema che rileva la perdita di attenzione del guidatore e il sistema di controllo dell’angolo cieco. Presente anche il collaudato sistema di lettura dei cartelli dei limiti di velocità e l’Adaptive High Beam, che accende i fari abbaglianti per migliorare la visuale del guidatore, spegnendoli quando sopraggiunge un altro veicolo. Il sistema uConnect potrà invece connettersi ad internet per ottenere informazioni in tempo reale su traffico, meteo e prezzi dei carburanti.

Ma non è un semplice facelift…

I motori sono il pezzo forte di questo restyling 2021 per la nuova Fiat Tipo. Si parte dal nuovo GSE 1.0 T3 da 100 CV, un propulsore tre cilindri che a 1’500 giri eroga una coppia massima di ben 190 Nm. Parente stretto dei FireFly Turbo, questo T3 ne rappresenta la versione più aggiornata. Secondo i test del ciclo WLTP genera emissioni di CO2 per un valore di 121g/km.

 

Fiat Tipo 2021 - Cerchi
Fiat Tipo 2021 – Il dettaglio del disegno dei cerchi

Il GSE andrà a sostituire il precedente 1.4 da 95 CV, mentre le motorizzazioni Diesel Multijet – omologate come Euro 6D Final – sono due. Abbiamo il 1.3 da 95 CV (disponibile quindi anche per neopatentati) e il 1.6 da 130 CV. Abbinati a questi motori troviamo il cambio manuale a 5 rapporti per le motorizzazioni 1.0 benzina e 1.3 Diesel, che diventa a 6 marce nella versione 1.6.

 

Qual è meglio?

Fiat Tipo 2021 - versioni
Fiat Tipo 2021 – Quale versione scegliere?

 

La nuova Fiat Tipo 2021 potremo trovarla nei concessionari in tre versioni di carrozzeria: berlina 4 porte, 5 Porte e Station Wagon. Ognuna di queste sarà disponibile in quattro allestimenti (Life, City Sport, Businnes e Cross), a loro volta personalizzabili con ben sei accessories pack.

 

Businnes al Top, Life un po’ meno…

L’allestimento Business è chiaramente il più ricco: a parità di motore, costa quasi 900€ in più del Life e offre di serie il Cruise adattivo, la frenata automatica e la presa di corrente posteriore. Il Life ha “solo” i fendinebbia, i tergicristalli automatici, i sensori di parcheggio, gli sbrina specchietti retrovisori e lo schermo di 7” nel cruscotto al posto del computer di bordo standard.

Ma anche Cross, per i più temerari!

Le versioni inedite, che ricalcano la popolare Panda Cross 4×4, sono appunto le varianti Cross e City Cross, che costano rispettivamente 23.500€ e 21.500€. La Cross ha le ruote in lega da 17″, mentre la City Cross le ha da 16″ ed è priva del sistema Uconnect 5 da 12,25″ e della frenata automatica, al contrario della sorella dall’indole più avventuriera.

 

Fiat Tipo 2021 - Fiancata
Fiat Tipo 2021 – La fiancata in colorazione arancione della Fiat Tipo Cross

 

Ordinabile anche la Station Wagon, che però costa di base 1.500€ in più. Fortunatamente nella prima fase di vendita, ovvero dall’uscita di fabbrica dei primi modelli fino almeno a giugno 2021, i prezzi saranno scontati. Per chi accederà ad un finanziamento, la 5 porte alla base della gamma parte da 13.900 euro, mentre le altre avranno costi comunque visibilmente inferiori.

Seguici anche su Instagram

Nuova Ford Mustang Mach-E – Eredità elettrica

Emanuele Gorgone

Diplomato in elettronica, ho seguito diversi corsi di formazione negli ambiti più disparati. Audiofilo e bassista, posso parlarti per ore di meccanica applicata ad auto e motoveicoli. A fine 2018 approdo al mondo del giornalismo. Sono Manager del progetto/band The Rays e collaboro da giugno 2020 con F1InGenerale, scrivendo gli articoli della sezione Automotive.